SERIE A

Domenica Napoli-Pescara. Il tecnico Bergodi: «non ci sto a partire già sconfitti»

Il tecnico presenta la gara con i partenopei: «voglio equilibrio e coraggio»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1247

presentazione cristiano bergodi società
PESCARA. Ultimo allenamento in Abruzzo, a porte chiuse allo stadio Adriatico di Pescara, questa mattina per i biancazzurri che sono partiti alla volta di Napoli.

Domani, ore 12,30, il Pescara è atteso dal proibitivo match con i partenopei secondi in classifica ed a caccia della Juventus capolista.
Nonostante i numeri per i biancazzurri siano impietosi dentro e fuori casa e disegnino l'undici pescarese come il meno competitivo della massima serie (peggior difesa e peggior attacco insieme e soprattutto ultimo posto), il tecnico Bergodi non ci sta a partire già battuto col Napoli: «voglio coraggio da parte dei miei ragazzi. Questo non significa che bisogna essere spregiudicati o troppo pragmatici. Noi andremo a Napoli a giocare la nostra partita e voglio vedere una squadra propositiva e coraggiosa».
«Ho preparato la partita e so cosa aspettarmi» – prosegue Bergodi – «anche considerando la grande forza dell'avversario. Servirà equilibrio e compattezza nelle 2 fasi».
Il tecnico Bergodi non firmerebbe per un pari, ma è chiaro oggettivamente che a Napoli l'obbiettivo primario di questo Pescara è quello di salvare la faccia ed evitare figuracce stile 1-6 con la Juventus: «ho fiducia nei miei ragazzi. Saranno loro a fare la partita, noi dovremo essere bravi a difendere ed a contenerli nelle ripartenze».
Tra i problemi principali di questo Pescara c'è il gol: «abbiamo lavorato tantissimo sulla fase offensiva che ultimamente è stata quella più carente. Il Napoli difende molto bene quindi per noi sarà molto difficile, per questo dovremo essere concreti e bravi a sfruttare le occasioni che si presenteranno».

IL FASCINO DEL SAN PAOLO
Ragazzi giovani ed inesperti per la categoria potrebbero patire oltremodo il fascino di un grande stadio come il San Paolo di Napoli. Bergodi però assicura che non ci saranno condizionamenti particolari: «lo stadio non inciderà nella testa dei ragazzi. È bello giocare in stadi come il San Paolo o San Siro. Andremo in campo senza timori reverenziali».
«Quando ero giocatore non vedevo l'ora di giocare in stadi come questi» – prosegue il tecnico del Pescara – «è motivo di grande orgoglio e soddisfazione». 

WEISS PER QUINTERO
L'indisponibilità per infortunio di Quintero lancia dal primo minuto Weiss, che ultimamente ha vissuto spesso e volentieri le partite partendo dalla panchina: «la sua velocità può essere importante per noi. Lui ha caratteristiche diverse da Quintero: «è bravo ad attaccare la profondità senza palla anche se deve migliorare in fase di non possesso della sfera». 

IN CAMPO CON LO STESSO MODULO DEL NAPOLI
In campo si vedrà la sfida tra 2 moduli speculari, anche se per Bergodi la differenza la faranno i compiti in campo: «tutto cambia in base alla situazione della partita. Ognuno avrà i suoi compiti ed è questo che conta molto più del modulo».

PROBABILI FORMAZIONI
Per il tecnico Bergodi scelte di formazione quasi obbligate visto le indisponibilità per infortuni e squalifiche di Balzano, Blasi, Colucci, Jonathas e Quintero. Recuperato all'ultim'ora Vukusic, che in settimana aveva avuto un piccolo fastidio muscolare in allenamento.
Davanti al confermato Perin agirà la collaudata difesa a 3 composta da Bocchetti, Terlizzi e Romagnoli. A centrocampo sono certi del posto Zanon, Cascione e Togni mentre Modesto, Bjarnason, Crescenzi e Nielsen sono in ballottaggio per 2 posti con i primi 2 al momento in leggero vantaggio. In avanti Abbruscato verrà supportato da Weiss, finalmente titolare dopo parecchia panchina.
Nel Napoli invece verrà lanciato dal primo minuto il grande ex Insigne, che farà coppia in avanti con lo spauracchio Cavani. Alle loro spalle certa la presenza di Hamsik. Possibile turno di riposo per lo stanco Maggio che verrebbe sostituito da Mesto.
NAPOLI (3-4-1-2): De Sanctis; Gamberini, Cannavaro, Britos; Mesto, Behrami, Inler, Zuniga; Hamsik; Cavani, Insigne. A disposizione: Rosati, Colombo, Campagnaro, Aronica, Grava, Fernandez, Maggio, El Kaddouri, Donadel, Dossena, Dzemaili, Vargas. Allenatore: Mazzarri.
PESCARA (3-5-1-1): Perin; Romagnoli, Terlizzi, Bocchetti; Zanon, Bjarnason, Togni, Cascione, Modesto; Weiss; Abbruscato. A disposizione: Pelizzoli, Crescenzi, Capuano, Cosic, Nielsen, Soddimo, Brugman, Caprari, Celik, Vukusic. Allenatore: Bergodi.
ARBITRO: Peruzzo della sezione di Schio. Fischio d'inizio domenica ore 12,30 allo stadio San Paolo di Napoli.

Andrea Sacchini