Delfino Pescara. Lucchesi: «guardiamo al futuro con rinnovato ottimismo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2801

PESCARA. Ripresa degli allenamenti per il Pescara in vista della trasferta di sabato prossimo a Piacenza, prima di 2 gare consecutive lontane dall'Adriatico.

Hanno svolto lavoro differenziato sia Tognozzi sia Cascione. È tornato ad allenarsi col gruppo Nicco, che sta bruciando le tappe per poter tornare a completa disposizione del mister nel più breve tempo possibile.

La squadra è reduce dal convincente successo ottenuto sul Crotone. Un 1-0 che ha invertito il trend negativo dell'ultimo mese che aveva portato in dote soltanto 1 punto nelle ultime 5 partite dentro e fuori casa. La squadra ha dimostrato di essere in salute e di essere perfettamente in grado di reagire ai momenti di difficoltà legato a prestazioni negative, risultati altalenanti e soprattutto infortuni a catena nella zona nevralgica del campo.

«Sono contento per il risultato» – racconta il Dg Fabrizio Lucchesi – «ma soprattutto per la prestazione dei ragazzi dopo le critiche e le ultime uscite opache di campionato. È stata una vittoria cercata e voluta e vedendo le azioni più salienti della partita anche meritata. Ora guardiamo al futuro con rinnovato ottimismo, rimanendo al contempo umili e concentrati».

«Contro un avversario difficile come il Crotone» – va avanti Lucchesi – «abbiamo ottenuto 3 punti di fondamentale importanza per il nostro campionato. Abbiamo giocato bene e per l'ennesima volta abbiamo dimostrato di poter far nostra l'intera posta in palio quando giochiamo a buoni livelli. Se non siamo in giornata, questo è anche un nostro limite, difficilmente portiamo a casa un buon risultato».

Il Pescara sembrava in calo a livello fisico e scarica mentalmente. Col Crotone però la squadra ha dimostrato di essere in grado, come accaduto altre volte in questa stagione, di uscire dai momenti bui con le proprie forze: «le critiche nel calcio ci stanno ed è anche giusto farle e subirle quando le cose non vanno per il verso giusto. La squadra ha dato sempre prova di essere caratterialmente valida. Anche in altre occasioni siamo usciti fuori alla grande. Col Crotone ero sicuro che il Pescara avrebbe fatto una grande prestazione. In settimana i ragazzi si sono allenati bene ed hanno capito cosa non era andato bene nelle settimane precedenti».

I 3 punti col Crotone hanno sicuramente dato un'iniezione di fiducia importante per il futuro. All'orizzonte ci sono però 2 trasferte consecutive, a Piacenza prima ed Ascoli poi, che diranno certamente che tipo di obiettivo potrà porsi questo Pescara. I biancazzurri fin'ora hanno sempre patito le gare lontano dallo stadio Adriatico. L'occasione è importante per ottenere un successo esterno che manca da tantissimo tempo: «in trasferta non abbiamo fatto bene ultimamente. Saranno 2 partite difficili che devono essere affrontate con l'atteggiamento tattico e soprattutto mentale giusto. Siamo sereni e vogliamo portare in Abruzzo punti pesanti per la nostra classifica».

«Il nostro obiettivo» – conclude Lucchesi – «è sempre stato e resta la salvezza. Il campionato è decisamente equilibrato e tutti i giochi resteranno aperti fino alla fine. Serve equilibrio anche nei giudizi. Ora cerchiamo di conquistare quei punti che ci restano per la salvezza matematica, poi eventualmente vedremo di toglierci ulteriori soddisfazioni».

Il futuro di Lucchesi negli ultimi mesi è stato molto chiacchierato. Ipotesi su ipotesi circa un suo possibile addio ma il patron De Cecco dissipa parte dei dubbi a proposito: «il contratto per Lucchesi è già pronto aspettiamo soltanto una sua decisione».

 Andrea Sacchini  05/04/2011 7.58