BASKET

Nel recupero il Roseto Sharks perde 81-73 a Scauri

I rosetani iniziano bene poi crollano col passare dei minuti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1162

Nel recupero il Roseto Sharks perde 81-73 a Scauri

SCAURI. La Mec Energy di coach Melillo si arrende a Scauri per 81-73, in occasione del recupero della 6° di DNB, sospesa lo scorso 4 Novembre a causa della troppa condensa presente sul parquet del PalaBorrelli di Scauri. A 7.52′ dal termine del secondo quarto, infatti, con il punteggio di 16-28 in favore di Roseto, gli arbitri Gagno e Bladucci sospesero il match per garantire l'incolumità dei giocatori. Match che questa sera si è giocato ex novo, ovvero dal punteggio di 0 a 0, secondo regolamento. A seguito di un inizio scoppiettante da parte dei biancazzurri (7-11 dopo 5 minuti), grazie soprattutto ad un buon Amoroso, Scauri entra in partita ed impatta il punteggio in poche azioni, chiudendo la prima frazione sotto di 3 punti (20-23). Nel secondo quarto, Roseto parte decisamente meglio dei tirrenici e, al 12', con un canestro di capitan Caruso si spinge sul 22-27. I laziali non ci stanno, e con le soluzioni degli ispirati Pozzi, Serino e Torboli infliggono agli Sharks un parziale devastante (9-0 in pochi minuti). Tuttavia, dopo aver accusato il colpo (37-29), le conclusioni di Petrucci permettono alla Mec Energy di rimanere agganciata (39 pari) ad un minuto dal termine del secondo periodo. Pochi istanti prima di rientrare negli spogliatoi per l'intervallo lungo, Genovese con un tripla, poi Serino in lay-up, fanno si che i padroni di casa bevano il tè del riposo avanti di 4 punti (43-39).


In avvio di ripresa, Scauri prende immediatamente il largo approfittando di un Roseto un po' pasticcione in attacco (19 palle perse totali), effettuando un intenso allungo (55-43 al 25′). Gli adriatici provano allora a scuotersi con Marcante (assieme a Leo, il migliore per Roseto), il quale contribuisce a ridurre lo strappo fino al -7 del 28′ (60-53), ma i pontini aprono un nuovo significativo divario, con Serino che sigla il 64-53 al suono della terza sirena. Nell'ultimo quarto, Scauri perde leggermente lo smalto, riuscendo, comunque, a contenere i tentativi di rimonta biancazzurri. Leo, Petrucci, Marcante e Stanic dimostrano di non essersi per nulla arresi, infatti, a cavallo tra il 35′ ed il 37′, con un sussulto dei quattro appena menzionati, Roseto si rifà minacciosamente sotto di 4 punti (74-70), iniziando a pregustare una "romantica" rimonta. Eppure, quando tutto sembrava ormai correre nel verso giusto, un canestro ciascuno dei tre "mattatori" dell'incontro sponda Scauri, Pozzi, Serino e Torboli, spengono definitivamente le speranze rosetane (81-73 il punteggio finale). Melillo e i suoi, dunque, si arrendono ad uno Scauri apparso più lucido in fase offensiva, merito, certamente, del trio delle meraviglie (almeno nell'incontro di oggi) Pozzi – Serino – Torboli, autori rispettivamente di 23, 25 e 15 punti. Tra gli ospiti, da segnalare le buone prestazioni di Leo (16 punti), Marcante (15) e Petrucci (14). Con questa vittoria, Scauri acciuffa Pescara al secondo posto (in coabitazione a 14 punti), mentre Roseto rimane terza a 12. Prossimo turno per gli Sharks, domenica 2 Dicembre in trasferta a Francavilla Fontana.

AUTOSOFT SCAURI – MEC ENERGY ROSETO: 81-73 (20-23, 23-16, 21-14, 17-20)

SCAURI: Giammò 3, Torboli 15, Serino 25, Lenardon 7, Genovese 5, Pozzi 23, Staffieri 3, Lombardo n.e., Pullazi n.e. La Mura n.e., all. Galetti.
ROSETO: Amoroso 8, Petrucci 14, Marcante 15, Stanic 11, Caruso 7, Papa n.e., Leo 16, D'Arrigo 2, Marini, Di Sante, all. Melillo.
USCITI PER 5 FALLI: nessuno.