2°Div/B

Dopo il ko nel derby De Patre difende i suoi: «l'obbiettivo del Chieti è la salvezza»

I teatini guardano alla trasferta di Lamezia, ma pesa il derby perso

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1139

Tiziano De Patre

Tiziano De Patre

CHIETI. Il Chieti prosegue la preparazione in vista della difficile trasferta di domenica sul campo della Vigor Lamezia.

 Il morale del gruppo non è dei migliori dopo la sconfitta casalinga nel derby con L'Aquila, la seconda consecutiva tra le mura amiche dopo quella col Teramo. Due derby, persi, che hanno fiaccato l'entusiasmo del pubblico teatino dopo un inizio di campionato buono da par dell'undici di De Patre.
Con L'Aquila i neroverdi non hanno affatto demeritato, ma hanno pagato a caro prezzo l'unica vera disattenzione della partita. Qualcosa da rivedere anche per l'attacco, che forse per la prima volta in questa stagione non ha creato tantissimi pericoli dalle parti del portiere Testa.
È chiaro che le sconfitte possono lasciare strascichi negativi all'interno dello spogliatoio, ma questa squadra ha tutte le carte in regola per centrare il pronto riscatto già domenica a Lamezia.
Né è convinto in primo luogo il tecnico del Chieti, Tiziano De Patre: «con l'Aquila non meritavamo assolutamente di perdere. Ad ogni modo vogliamo già il riscatto nella prossima gara sul campo della Vigor Lamezia. Siamo rimasti molto delusi dal derby perché sarebbe stato molto più giusto il pareggio ed abbiamo perso soltanto per un episodio sfortunato».
«Dovremmo però essere più concentrati lungo l'arco della partita» – prosegue il tecnico del Chieti – «perché al primo momento di deconcentrazione subiamo gol che potrebbero essere tranquillamente evitati. Manchiamo della cattiveria giusta ma in questo periodo non siamo neanche fortunati».
Il problema della cattiveria agonistica e della concentrazione è direttamente legato all'età media giovanissima della squadra, che ha valori tecnici importanti che ma che difetta di esperienza: «giochiamo con tanti giocatori che non hanno neanche vent'anni. Siamo una squadra giovanissima ed il nostro obbiettivo era e resta la salvezza».
«Non dobbiamo fare voli pindarici» – conclude De Patre – «dobbiamo puntare alla salvezza senza troppa fantasia di alta classifica. Se poi una volta raggiunta una posizione tranquilla di classifica verrà di più, il tutto sarà di guadagnato».
Vigor Lamezia-Chieti verrà diretta da Gaetano Intagliata della sezione di Siracusa. Assistenti Salvatore ed Allegra. Fischio d'inizio domenica ore 14,30.

Andrea Sacchini