BASKET

Il Roseto Sharks perde 73-62 a Ruvo di Puglia

Seconda sconfitta stagionale per gli abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1180

Il Roseto Sharks perde 73-62 a Ruvo di Puglia

RUVO DI PUGLIA. Seconda sconfitta stagionale per la Mec-Energy, che cade sul parquet del PalaColombo a Ruvo Di Puglia, contro la prima della classe, ovvero la BK Nord Barese, sempre vincente in queste prime sette giornate di regular season. Inizio di partita sulla gambe per i biancazzurri, un po’ contratti e consapevoli della grande posta in palio che c’era e consci anche di poter fare il primo sgambetto stagionale ai pugliesi; dopo il primo mini-allungo locale (4-0 al 2°), gli sharks sorpassano i locali grazie alle scorribande di Stanic e Leo, arrivando al 5° minuto di gioco sul 11-14 con un missile dai 6 metri e 75 di Petrucci; 2 triple ancora dell’esterno ostiense e di Amoroso, fanno sì che Roseto chiuda in vantaggio di sei punti la prima frazione sul 21-27; nei secondi 10 minuti arriva la riscossa dei padroni di casa, maturata grazie ad una difesa di ferro capace di concedere soli 6 punti agli Sharks. Un canestro miracoloso dell ex Ferraro, fa iniziare la rimonta della BNB, che impatta al 14° sul 30-30, per poi allungare con Toscano e Stella; come se non bastasse, arriva anche il 3° fallo per Amoroso, e a metà partita il punteggio è sul 41-33, in favore dei locali.
Avvio di ripresa con i lunghi da ambo le parti che fanno da attori principali, con Corral e Amoroso che firmano i primi punti, e successivamente capitan Caruso sigilla il -7 Sharks del 24° sul 45-38; ma la forza fisica dei padroni di casa è tremenda, soprattutto a rimbalzo, tanto da ricacciare indietro Roseto sul 55-42 del 28°, grazie sempre a Corral e Ancellotti, per poi chiudere la terza frazione con 12 punti di vantaggio, 60-48, con un ’invenzione di Toscano sulla sirena; l’ultimo quarto si apre con una tripla di Marini, ma prima De Angelis e poi Zaccariello ri-allungano le distanze tra le squadre, qui però la coppia arbitrale fischia un fallo tecnico molto discutibile alla panchina di Roseto, con conseguente time-out di coach Francani, quando si era sul 66-53 del 35°. Ancora Marini con tripla prova a crederci e fa bene, ma il tiro dell’Ave Maria di Zaccariello alla fine dell’azione fa si che si spengano definitivamente le chances di rimonta rosetane (69-56 al 38°); nell’ultimo minuto e mezzo è il solito garbage time, inframezzato da falli e tiri-liberi, e il match si chiude sul 73-62 per la BNB. Nel prossimo turno, domenica 25 novembre, la Mec Energy tornerà al PalaMaggetti ospitando Trapani in un match importantissimo, con gli Sharks subito pronti al riscatto, dopo la sconfitta in terra di Puglia.

MADOGAS NATURAL ENERGY BNB – MEC-ENERGY ROSETO: 73-62 (21-27, 20-6, 19-15, 13-14)

BNB: Stella 9, Zaccariello 17, Ferraro 7, Corral 14, Onetto , Ancellotti 6, Gatta n.e, Toscano 12, De Angelis 8, Sabbadini, all.Cadeo.
ROSETO: Faragalli n.e., Di Sante 5, Marcante 2, Petrucci 16, D’Arrigo , Stanic 9, Leo 11, Caruso 5, Marini 8, Amoroso 6, all.Francani.
ARBITRI: Gallo Stefano, Furlan Leonardo.
USCITI PER 5 FALLI: Amoroso (Roseto).