SERIE A

Il Pescara supera 2-0 il Parma

Abbruscato e Weiss salvano la panchina di Stroppa

Andrea Sacchini

Reporter:

Andrea Sacchini

Letture:

1244

Il Pescara supera 2-0 il Parma

PESCARA. Pranzo felice per il Pescara, che nell'anticipo delle 12,30 della domenica ha superato per 2-0 il Parma.

Entrambi i gol nella ripresa. Al terzo vantaggio siglato da Abbruscato e raddoppio all'ultimo minuto di recupero con Weiss.
Prestazione di carattere degli uomini di Stroppa, che hanno reagito positivamente alle critiche delle ultime settimane sfoggiando una prova decisamente migliore sul piano del carattere e del furore agonistico.
Nel primo tempo due squadre tatticamente ordinate ed incapaci di acuti con pochissime azioni degne di nota. Pescara inizialmente propositivo ma poco incisivo, che col passare dei minuti si è calato perfettamente nella parte da protagonista in una frazione di gioco assolutamente povera di contenuti tecnici apprezzabili. Non che il Parma abbia fatto di più, ma data la classifica dai biancazzurri ci si aspettava almeno in avvio una prova un po' più coraggiosa rispetto le ultime gare con Udinese, Atalanta e Chievo.
Nella ripresa pronti via ed il gol dell'1-0 ha caricato i biancazzurri che hanno affrontato il resto di frazione con maggiore convinzione e determinazione. La rete di Abbruscato, anche se casuale e giunta su errore palese della retroguardia parmense, ha svegliato gli adriatici che con personalità e convinzione hanno messo in difficoltà la retroguardia ospite. Parma che dal canto suo ha comunque costruito diverse volte i presupposti per il pari pur non brillando come nelle ultime giornate di campionato. Pescara però che ha avuto il grandissimo merito di difendersi con ordine e trovare in contropiede il raddoppio pochi istanti prima del triplice fischio.

LA PARTITA

Venti minuti di nulla poi col passare dei minuti il Parma costruisce un paio di interessanti azioni senza però arrivare alla conclusione.
Al 25esimo su calcio d'angolo la palla giunge sul piede di Capuano che alza troppo la mira.
30esimo e conclusione direttamente su punizione di Quintero con palla deviata sul fondo dalla barriera. Al 31esimo risposta dei ducali con Biabany e palla alle stelle dai 25 metri.
Al 33esimo la prima vera azione degna di nota del primo tempo. Ottimo spunto di Pabon che da distanza siderale col destro sfiora il palo alla sinistra di Perin.
Al 36esimo grave errore di Perin che in uscita perde il contrasto con Biabany, che lo supera in dribbling e scarica in porta: decisivo il salvataggio sulla linea di Cosic.
Prima del duplice fischio, errore in disimpegno di Lucarelli e palla ad Abbruscato che sull'esterno sbaglia il tocco nel mezzo per il liberissimo Cascione sul secondo palo. 47Esimo, movimento in profondità di Pabon servito da Biabany e palla sull'esterno della rete. Pochi secondi dopo capovolgimento di fronte e tiro di Cascione dal limite di poco alto sulla traversa.  
Al riposo timidi applausi per un Pescara ma volenteroso ma nulla di più.  
Nella ripresa sembra tutto come prima, ma al terzo minuto arriva il lampo di Abbruscato che porta in vantaggio il Pescara. Brutto errore di Paletta ed il numero 9 biancazzurro a tu per tu con Mirante cerca e trova l'angolo giusto.
Reazione del Parma immediata. Al settimo calcio d'angolo per i ducali e colpo di testa a botta sicura di Lucarelli che esalta i riflessi di Perin.
All'undicesimo azione di alleggerimento dei padroni di casa e tiro in acrobazia di Abbruscato facile preda dell'attento Mirante. 2 minuti dopo Biabany da fuori da posizione decentrata conclude alle stelle.
Al 18esimo grande chance per il Parma. Cross lungo per Pabon che di testa ha messo sul secondo palo per l'inserimento di Biabany che è arrivato con un attimo di ritardo al tocco sotto porta.
Al 24esimo buona occasione per Gobbi, che al volo a tu per tu con Perin conclude debole e centrale.
Due minuti dopo cross lungo di Gobbi per la testa di Rosi che da buona posizione non inquadra lo specchio della porta. 27Esimo e Musacci illumina al centro dell'area per Pabon che, dimenticato da Modesto, in spaccata manda sul fondo.
Passano 60 secondi e solita azione solitaria del neo-entrato Weiss, che supera in paio di avversari, si accentra e lascia partire un destro terrificante che sfiora la traversa.
Al 34esimo altro cross questa volta per la testa di Biabany che sfiora il palo.
Al 38esimo Musacci da oltre 30 metri manda sul fondo.
42esimo e rasoiata dal limite di Parolo che di un nulla esce alla sinistra dell'angolo basso difeso da Perin.
Al 44esimo incredibile contropiede del Pescara in situazione di 5 contro 2 ma Quintero sbaglia l'ultimo passaggio facile facile per Weiss lanciato a rete. Al 47esimo gran tiro da fuori di Musacci ed ennesimo miracolo di Perin che alza in corner. All'ultimo minuto il gol in contropiede di Weiss, che lascia esplodere l'urlo liberatorio dell'Adriatico per il secondo squillo interno della stagione. Prossimo impegno sabato sera contro la Juventus.

TABELLINO

PESCARA (3-4-1-2): Perin; Capuano, Cosic, Bocchetti; Modesto (30'st Balzano), Cascione, Blasi (17'pt Nielsen), Zanon; Quintero; Jonathas (22'st Weiss), Abbruscato. A disposizione: Pelizzoli, Falso, Soddimo, Bjarnason, Celik, Vukusic, Caprari. Allenatore: Stroppa.
PARMA (3-5-2): Mirante; Lucarelli, Paletta, Benalouane (36'st Marchionni); Gobbi, Morrone (15'st Sansone), Valdes (9'st Musacci), Parolo, Rosi; Biabany, Pabon. A disposizione: Pavarini, Zaccardo, Palladino, Acquah, Fideleff, Ninis, Bajza. Allenatore: Donadoni.
ARBITRO: Davide Massa della sezione di Imperia. Guardalinee De Pinto e Passeri. Presenti sugli spalti circa 13mila spettatori.