2°Div/B

Domenica c'è il derby tra Chieti e Teramo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

569

Domenica c'è il derby tra Chieti e Teramo
CHIETI. Vigilia di diverso tenore per Chieti e Teramo che domenica all'Angelini si contenderanno il derby d'Abruzzo in Seconda Divisione.

 I neroverdi, forti di una classifica decisamente migliore e di una rosa più completa rispetto l'avversario, godono del favore dei pronostici ma non possono sottovalutare il Teramo, formazione che tra alti e bassi in questa stagione ha comunque dimostrato il proprio valore.
Due squadre, Chieti e Teramo, che nonostante il grande seguito di pubblico affrontano questa stagione con obbiettivi di campionato diversi. I teatini, guidati da Tiziano De Patre, cercano conferme dopo il torneo positivo dell'anno scorso chiusosi con la qualificazione ai play-off. Il diavolo invece, allenato da Roberto Cappellacci, punta ad una salvezza tranquilla.
Tra le fila del Teramo sono tante le assenze importanti, che costringeranno il tecnico Cappellacci a rivoluzionare soprattutto il reparto avanzato. Out Bucchi, che per guai al ginocchio ne avrà per un mese, l'unico terminale offensivo di ruolo sarà Patierno.
Grande varietà di scelta invece in casa Chieti.
«Con l'Aversa Normanna ho visto in campo la rabbia giusta per fare risultato a tutti i costi» – dichiara il tecnico del Chieti, Tiziano De Patre, in merito al successo di domenica sul campo dell'Aversa Normanna – «dopo 2 sconfitte nelle quali non abbiamo giocato male. Il gruppo è motivato ed ha tanta voglia di fare bene».
«Ora vogliamo ripetere le ultime grandi prestazioni anche col Teramo» – conclude De Patre – «voglio vedere concentrazione ed abbiamo tutte le carte in regola per poter fare bene».
«Con l'Hinterreggio non abbiamo fatto sicuramente bene» – racconta invece Roberto Cappellacci, che analizza la sconfitta di Piano d'Accio contro i calabresi – «abbiamo subito le tensioni e non siamo scesi in campo mentalmente liberi. Abbiamo fatto confusione sin da subito e gli infortuni non possono rappresentare un alibi».
«Con il Chieti dobbiamo riscattare la prova negativa di domenica» – chiude Cappellacci – «e pensare soltanto a giocare e non solo alla classifica. Dobbiamo giocarcela alla pari con la giusta carica agonistica».
Chieti-Teramo verrà diretta da Alessio Petroni della sezione di Roma 1. Assistenti D'Albore e Prenna. Fischio d'inizio alle ore 14,30 allo stadio Angelini di Chieti.
Nel Teramo da qualche giorno si sta allenando col gruppo Mauro Esposito, attaccante dal grande passato in serie A e B con Roma, Pescara e Cagliari. Esposito, fermo da 1 anno, qualora darà garanzie dal punto di vista fisico verrebbe immediatamente ingaggiato e rappresenterebbe il fiore all'occhiello dell'attacco teramano nel proseguo della stagione. Attacco fin'ora parecchio sterile con pochissime reti realizzate.

Andrea Sacchini