BASKET

Terzo ko di fila per il Lanciano. Il Taranto passeggia 84-67

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

888

Terzo ko di fila per il Lanciano. Il Taranto passeggia 84-67
LANCIANO. Esce ancora sconfitta la Bls Lanciano che perde la terza gara consecutiva in altrettante uscite.

Avversario di turno era il Cus Jonico Taranto dell'ex Pietro Leoncavallo, avversario ostico e candidato a un tranquillo piazzamento play-off.
A far suonare più di un campanello di allarme è stata però la prestazione collettiva, decisamente inferiore rispetto alla prima uscita contro Venafro, dove la difesa aveva concesso poco o niente alle incursioni avversarie. Questa sera, nonostante il recupero del play Di Emidio, il migliore in campo assieme a Luca Castelluccia, i ragazzi di coach Salvemini hanno subito le folate avversarie fin dal primo minuto di gioco, non riuscendo in nessuna maniera ad arginare i tre moschettieri pugliesi Giuffré, Moliterni e Fanelli, che hanno fatto il bello e il cattivo tempo nell'area frentana.
L'inizio è disastroso con Taranto che in 3 minuti scappa sul 10 a 2. Lanciano si riavvicina nel finale della prima frazione grazie alle penetrazioni di Edoardo Di Emidio e si chiude sul 12 a 16.
Nonostante sotto le plance Castelluccia e Blaskovic abbiano la meglio su Leoncavallo e Valentini, conquistando 13 rimbalzi in 2 nelle prime due frazioni, l'azione offensiva dei gialloblù è sterile con Scavongelli che non scalda mai la mano e lo stesso Castelluccia che trova difficoltà a realizzare dall'arco. Blaskovic, pasticcia sotto canestro e si vede fischiare infrazione di passi in 4 occasioni, con l'arbitro Barbara Santoro molto attenta sui movimenti frentani, un pò meno su quelli ospiti.
Così al 16° Taranto vola sul 30 a 19, costringendo Salvemini a chiedere il time-out. Time-out che non sembra giovare granché alla Bls che va sotto di 16 punti al 18° minuto, quando Moliterni piazza una tripla mortifera (21-37). Due punti di Bomba e quattro punti di Di Emidio portano Lanciano al riposo sotto di 10 (27-37).
In avvio di ripresa Scavongelli trova i primi punti del match con quello che è il suo marchio di fabbrica, ovvero il tiro da 3, ma i biancorossi controllano senza troppi patemi e si riportano sul +15 con Fanelli, Greco e Giuffré al 29° (40-55).


Lanciano negli ultimi secondi trova una tripla di Castelluccia e una penetrazione a fil di sirena di Martelli che sembra tenere in vita i padroni di casa. Si chiude il terzo quarto sul 45 a 55.
L'avvio frentano nell'ultima frazione sembra quello della svolta: i gialloblù piazzano un parziale di 7 a 0 e con Scavongelli dall'arco trovano il canestro del 52 a 55 al 33°. Il palazzetto diventa una bolgia, ma passano pochi secondi e Valentini piazza la tripla che taglia le gambe al Lanciano. Moliterni, Giuffré e Fanelli fanno il resto passeggiando sulle rovine di una Bls scossa nello spirito, prima che nel fisico. I gialloblù non riescono più a reagire e la difesa non oppone più alcuna resistenza.
Finisce 67 a 84, con gli ospiti che si rilanciano in classifica e con Lanciano sempre più ultima e con lo spauracchio di un calendario che almeno fino a dicembre non propone turni favorevoli ai frentani.
La Bls dovrà lavorare sodo per invertire la tendenza negativa di questa stagione, che vuoi gli infortuni, vuoi una squadra che fatica a carburare, ha avuto un inizio tutt'altro che agevole.

STATISTICHE PARTITA