BASKET

La BLS Chieti non demerita ma perde 65-56 ad Agrigento

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

875

BLS CHIETI BASKET

(Foto G.Rosati)

AGRIGENTO. La BLS Chieti è costretta allo stop ad Agrigento, dove i padroni di casa della Moncada Solar si impongono 65-56.

I biancorossi hanno pagato l’atteggiamento sbagliato con il quale sono scesi in campo, costato caro soprattutto nel primo tempo. La bella rimonta del terzo periodo, che aveva annullato il gap e sembrava potesse invertire l’inerzia della gara, è stata poi vanificata nell’ultima frazione, nella quale la squadra siciliana ha dimostrato di meritare i due punti. L’avvio abruzzese è del tutto privo di mordente, e grazie ai secondi tiri la Moncada passa subito a condurre. Sorgentone è presto costretto al timeout, ma la scossa non arriva, e dopo un quarto la BLS è sotto 18-8.
Agrigento nega tutte le consuete certezze all’attacco teatino, che continua ad affrettare tiri e soluzioni. Mian e De Laurentiis si esaltano, allargando il divario fino al 32-16. All’intervallo, sul 38-24, gli spettatori sono già convinti di assistere ad un’altra cavalcata trionfale dei ragazzi di Ciani. Ma come accaduto con Mirandola, la Furie reagiscono nella seconda metà di gara, mostrando un volto diametralmente opposto. Grazie all’aggressività della difesa Diomede e compagni alzano il ritmo, Bolletta rileva Rossi gravato di falli ed incide con la sua energia, in contropiede arrivano punti preziosi. Raschi firma un clamoroso sorpasso, chiudendo un parziale di 5-22 per gli ospiti, in vantaggio all’ultima pausa 43-46.
Lo sforzo fatto per rientrare in gara è stato però pesante, e viene pagato nel finale. Al ritorno in campo De Laurentiis si fa trovare pronto sottocanestro, riportando avanti i suoi. La BLS sciupa possessi pesanti (a fronte delle zero palle perse agrigentine nel quarto) e le percentuali al tiro crollano. Un dubbio sfondamento di Raschi, seguito dal canestro del +7 di Castelli, chiude di fatto la partita. I quattro errori teatini dalla lunetta negli ultimi due minuti consegnano definitivamente il match nelle mani di Agrigento, che grazie ai falli sistematici vola fino al 65-56 finale.
Non è stata la migliore BLS, ma l’occasione per riscattarsi va colta subito: alle porte c’è un nuovo doppio turno casalingo, giovedì contro Reggio Calabria e domenica contro Matera, che potrebbe dire molto sul campionato che aspetta i biancorossi.

Moncada Solar Agrigento – BLS Chieti 65-56 (18-8; 38-24; 43-46)

MONCADA SOLAR AGRIGENTO: Demartini 4, Di Viccaro 2, Mian 14, Giovanatto 8, Quarisa 5; Anello 4, Mossi 3, De Laurentiis 11, Castelli 11, Brown 3. All. Ciani.
BLS CHIETI: Rajola 8, Diomede 4, Raschi 9, Gatti 4, Rossi 17; Gialloreto 6, Severini, Bolletta 8, Matroianni ne, Spera. All. Sorgentone.
RIMBALZI: Agrigento 39 (Brown 6), Chieti 34 (Rossi 10). Assist: Agrigento 6 (Anello, Castelli 2), Chieti 8 (Rajola 3).