PODISMO

Controguerra si prepara alla gara podistica internazionale

La manifestazione sportiva si terrà domenica 11 novembre

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2241

Controguerra si prepara alla gara podistica internazionale

CONTROGUERRA. Grande attesa, anche quest’anno, per la sedicesima edizione della gara podistica internazionale.
La cosiddetta corsa di San Martino si terrà domenica, 11 novembre, a Controguerra, ma i festeggiamenti partiranno il giorno prima. E’ previsto un afflusso di 3000 runners ed accompagnatori e l’evento sarà celebrato in tv, su Raisport 1 come ormai capita da alcuni anni, ma anche sulle televisioni locali.
La corsa di San Martino verrà presentata ufficialmente nella mattinata di martedì 6 novembre nella sede della Regione Abruzzo a Pescara, in viale Bovio. Il percorso della gara adulti di 15 km si snoderà lungo le colline in mezzo a vigneti. Anche i più giovani, potranno misurarsi in prove podistiche; non mancherà, per i meno allenati, la cosiddetta “Mangialonga run”: una gara non competitiva fatta di 5 km di passeggiata-corsa, con 5 ristori lungo il cammino dove fermarsi a gustare le prelibatezze locali.
I top runners che correranno sono in via di definizione anche se già si conoscono alcuni nomi come Tum David Kiplagat e Biwott Kipsang, i marocchini Issam Zaid e l’atleta olimpica Soumia Labani (che ha partecipato a Londra 2012), ma anche gli italiani: Del Giudice, Bussolotto, Cionna (atleta non vedente, anche lui presente a Londra per le Paralimpiadi), Marcella Mancini e Samiri Touria.
Sabato 10 novembre, ci sarà la presentazione in piazza dei top runners, con castagnata, degustazione di vino novello e balli nel centro storico. Sin da sabato mattina circa 80 camper arriveranno nell’area attrezzata presso il campo sportivo comunale di Controguerra. Sono più di 20 le strutture alberghiere e i B&B convenzionati che ospiteranno i circa 800 tra atleti e accompagnatori che hanno scelto fino ad oggi di trascorrere il weekend a Controguerra. Sono previste anche visite nelle località più caratteristiche della vallata, come la città medioevale di Offida, nelle vicine Marche.