BASKET

La BLS Chieti soffre ma supera 75-69 il Mirandola

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1493

BLS CHIETI BASKET

foto: Giampaolo Rosati

CHIETI. La BLS Chieti scaccia i fantasmi che cominciavano ad aleggiare sul PalaLeombroni, e coglie contro la Dinamica-DWB Mirandola il primo successo casalingo della stagione. Sotto di 11 lunghezze all'intervallo, i biancorossi hanno reagito alla grande nella ripresa, imponendosi per 75-69.
I quintetti sono quelli attesi, a Rajola, Diomede, Raschi, Gatti e Rossi si oppongono Losi, Venturelli, Pilotti, Pignatti e Mancin. L’inizio di gara è piuttosto soporifero, le squadre sommano uno 0/7 al tiro prima di sbloccarsi. Rajola lavora bene contro la difesa avversaria, caricandola di falli, mentre Rossi e compagni proteggono bene l’area non concedendo nulla a rimbalzo, e al primo intervallo la BLS conduce 20-13.
Di tutt’altro tenore il secondo quarto, nel quale i padroni di casa vanno fuori giri in attacco, si ritrovano subito in bonus (mentre Mirandola si vede sanzionare il primo fallo ad 11 secondi dall’intervallo), e subiscono un parziale di 0-13 che cambia volto all’incontro. Gli emiliani affondano i colpi contro una squadra che sembra incapace di reagire, punendo senza pietà l’incredibile serie di palle perse e la morbidezza della difesa abruzzese: il parziale del secondo periodo è un incommentabile 6-24, il punteggio a metà gara 26-37.
Dopo aver fatto vedere il proprio volto peggiore, la BLS rientra in campo trasformata: la difesa non concede più tiri facili, Raschi e Rossi attaccano l’area propiziando il recupero (break di 13-3 in 4’). L’aggressività difensiva costa il quarto fallo di Diomede, ma forza Mirandola a perdere tantissimi palloni. Sono sempre i padroni di casa ad arrivare primi sui quelli vaganti, e quando Gialloreto scalda la mano battendo la zona da fuori le Furie passano finalmente in vantaggio. Ma la Dinamica riprende fiducia nel finale, tornando avanti 49-50.
Dopo le triple di Gialloreto e Gatti Chieti è a +5, la gara si accende per agonismo mentre entrambi i canestri sembrano improvvisamente stregati, respingendo anche i tiri più facili. Mirandola resta in gara approfittando di un fallo tecnico alla panchina e di un fallo su tiro da tre, ma Raschi conquista un paio di preziosi secondi possessi e Gialloreto ricaccia indietro gli ospiti segnando da tre e in penetrazione i canestri dell’allungo. Questa volta il vantaggio con cui si entra nell’ultimo minuto è gestito con accortezza: Rajola fissa dalla lunetta il risultato sul 75-69, le Furie rompono finalmente il digiuno sul proprio campo e si rilanciano in classifica.

BLS Chieti – Dinamica-DWB Mirandola 75-69 (20-13; 26-37; 49-50)

BLS CHIETI: Rajola 11, Diomede 4, Raschi 10, Gatti 14, Rossi 11; Gialloreto 23, Severini 2, Bolletta, Matroianni ne, Spera. All. Sorgentone.
DINAMICA-DWB MIRANDOLA: Losi 17, Venturelli 17, Pilotti 10, Pignatti 6, Mancin 5; Fantinelli 7, Gabrieli ne, Sgobba 5, Mantovani 2, Soliani ne. All. Tinti.
Rimbalzi: Chieti 47 (Rossi 11), Mirandola 34 (Mancin 7). Assist: Chieti 12 (Rajola Raschi e Rossi 3), Mirandola 10 (Losi 6).