SERIE A

Delfino Pescara. Stroppa: «la squadra è in salute, fiducia per il futuro»

Ripresi gli allenamenti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1290

Delfino Pescara. Stroppa: «la squadra è in salute, fiducia per il futuro»

Giovanni Stroppa

PESCARA. I biancazzurri hanno ripreso questo pomeriggio gli allenamenti in vista della difficilissima trasferta di Udine.

Assenti gli otto nazionali Perin, Capuano, Romagnoli, Celik, Weiss, Quintero, Bjarnason e Vukusic. Ha ripreso a lavorare regolarmente Modesto mentre Colucci andrà attentamente valutato in settimana.
Cascione e compagni, dopo una settimana di duro lavoro per ritrovare condizione fisica e soprattutto mentale dopo il pesante ko con la Lazio di domenica scorsa, dovranno vedersela contro un'Udinese ferita dal cattivo inizio di stagione. Una squadra ad ogni modo, nonostante le difficoltà, capace di superare in questo inizio di anno squadre blasonate del calibro di Milan e Liverpool.
Alla ripresa degli allenamenti è tornato a parlare il tecnico Giovanni Stroppa sul momento tutt'altro che esaltante della squadra. L'ex allenatore dell'Alto Adige e della Primavera del Milan comunque non fa drammi e guarda al futuro, segnatamente alla gara di Udine, con grande ottimismo: «ho trovato una squadra in salute perché si allenata bene e con impegno. Dobbiamo proseguire su questa strada anche se la sconfitta con la Lazio brucia ancora».
«L'Udinese rappresenta una realtà consolidata» – prosegue Stroppa – «sarebbe bello che il Pescara imitasse questa idea di fare calcio. Hanno una squadra importante ma mancano ancora tanti giorni. Potrebbe esserci qualche cambio di formazione».
Come in altre pause di campionato quest'anno, Stroppa è stato costretto a lavorare senza i tanti nazionali biancazzurri: «speriamo di riavere tutti a disposizione entro breve e soprattutto in buone condizioni fisiche. Weiss ha ricevuto una botta ma stasera vedremo se è disponibile nel match tra Slovacchia e Grecia. Spero in buoni risultati delle nazionali in modo che cresca entusiasmo e convinzione». 


«La nota più lieta riguarda Bjarnason che ha ben fatto con l'Islanda e sta crescendo ma sono preoccupato per Quintero» – prosegue il tecnico biancazzurro – «che tornerà a Pescara dopo un viaggio intercontinentale fino in Sud America. Al momento è il vero punto interrogativo rispetto gli altri».
Sul recupero infortunati: «Modesto è pienamente recuperato ed oggi lavora a tempo pieno col gruppo. Colucci andrà valutato in settimana. È un giocatore unico in questa rosa per le caratteristiche che ha per ricoprire il ruolo di centrocampista centrale nella mediana a 3. Speriamo nel suo recupero».
La società in settimana, per bocca del patron Daniele Sebastiani, ha riconfermato piena fiducia a Stroppa: «ringrazio la società e mi fa piacere e dimostra che il lavoro che è stato fatto è buono. Dobbiamo continuare su questa squadra perché è quella giusta».
«Sono sicuro che ci salveremo» – conclude Stroppa – «e giocheremo alla grande divertendo la gente».


Andrea Sacchini