CALCIO

Under 21. Il solito Immobile illumina l'Adriatico: l'Italia supera 1-0 la Svezia

Ennesima gioia per i pescaresi da super Ciro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2518

Ciro Immobile

Ciro Immobile

PESCARA. Successo di misura dell'Italia Under 21 di Mangia con i pari età della Svezia.
Match winner al 17esimo del primo tempo Ciro Immobile, che nel “suo” stadio ha regalato l'ennesima gioia al pubblico di Pescara dopo la leggendaria scalata alla Serie A dello scorso campionato. Un po' in ombra l'altro ex gioiellino del Pescara Lorenzo Insigne, che al di là di qualche buono spunto forse ha patito troppo l'emozione di tornare nello stadio che lo ha lanciato nel calcio che conta. Solo panchina per i pescaresi Romagnoli e Perin mentre Capuano, schierato titolare al centro della difesa, ha svolto con ordine e precisione il proprio compito.
Nel complesso gara non certo spettacolare, con tanto possesso palla di una buona Italia fino all'ultimo passaggio. Troppe potenziali occasioni da gol fallite in situazione di superiorità numerica, con gli attaccanti azzurri spesso imprecisi proprio nel passaggio decisivo.
Poca cosa invece la Svezia, dotata di tanta fisicità ma ben poca tecnica, che per tutta la partita ha sofferto oltremodo la velocità di Insigne, Immobile e De Luca. Peccato però che gli avanti azzurri, oltre a troppi passaggi sbagliati, abbiamo spesse volte peccato di egoismo e presunzione. Gli uomini del ct Soderberg ad ogni modo incutono rispetto in vista della gara di ritorno perché l'1-0 di Pescara certo non lascia dormire sonni tranquilli ai ragazzi di Devis Mangia.
In avvio di gara Italia subito veloce ed aggressiva. È soprattutto la rapidità nelle ripartenze di De Luca a mettere in apprensione la retroguardia svedese che in 2 occasioni, terzo ed 11esimo minuto, si salva all'ultimo in corner.
Al 17esimo gli azzurri passano in vantaggio. Punizione non irresistibile dal limite di Insigne, il portiere Johnsson non trattiene ed Immobile da 2 passi di prima intenzione insacca.
Al 19esimo, su calcio piazzato da oltre 40 metri, erroraccio di Bardi in uscita che si lascia scavalcare da un pallone innocuo ed all'ultimo alza in corner evitando la beffa. Dal calcio d'angolo colpo di testa di Pettersson e salvataggio sulla linea di Florenzi.
Al 23esimo buon contropiede dell'Italia. Frascatore dall'esterno mette nel mezzo per Immobile che alza troppo la mira.
Al 25esimo sugli sviluppi di un corner colpo di testa indisturbato di Capuano che non inquadra di poco lo specchio della porta. 2 minuti dopo altra chance per gli azzurri con Marrone, che da posizione privilegiata spedisce di poco la sfera fuori.
Alla mezz'ora clamorosa opportunità sciupata ancora dai ragazzi di Mangia. Insigne in contropiede in situazione di 3 contro 1 si incaponisce nell'ultimo dribbling e getta alle ortiche un prezioso ripartenza.
32esimo e protagonista è il portiere della Svezia Johnsson che dice di no a Florenzi.
Al 36esimo azione di alleggerimento degli ospiti con Ishak che chiama Bardi al sicuro intervento. Prima del riposo bella conclusione a giro di Insigne con palla di un soffio sul fondo.


Ripresa a ritmi decisamente più bassi. Al decimo De Luca-Insigne in velocità tagliano a fette la difesa svedese che all'ultimo libera rischiando l'autogol su cross dalla sinistra del giocatore dell'Atalanta.
A cavallo del 20esimo ci prova l'Italia con Insigne ed Immobile, che dalla distanza non centrano il sette.
Al 24esimo la più ghiotta chance del secondo tempo. Frascatore illumina per Insigne che da 2 passi a porta spalancata manda incredibilmente a lato. Prima del triplice fischio il giocatore del Napoli prova ancora da fuori trovando i pugni di Johnsson.
Ritorno a Kalmar martedì 16 ottobre alle ore 18,00.
Chi passerà al turno accederà di diritto alla fase finale dell'Europeo di Israele 2013. Vige il regolamento delle coppe europee con i gol realizzati in trasferta che valgono doppio in caso di parità di reti segnate.


TABELLINO
ITALIA (4-4-2): Bardi; De Sciglio, Caldirola, Capuano, Frascatore; Saponara (14'st Rossi), Florenzi (37'st Viviani), Marrone, Insigne; De Luca, Immobile (31'st Gabbiadini). A disposizione: Colombi, Romagnoli, Sampirisi, Longo. Allenatore: Mangia.
SVEZIA (4-4-2): Johnsson; M. Johansson, Jansson, Pettersson, Demir; Hamad, Hiljemark, J. Johansson, Claesson; Ishak, Armenteros (25'st Johnsson). A disposizione: Sandberg, Baffo, Ohman, Allansson, Rohden, Thern. Allenatore: Soderberg.
ARBITRO: Soares (Portogallo). Presenti sugli spalti circa 13mila spettatori.
Andrea Sacchini