CALCIO

Italia-Svezia allo stadio Adriatico. Immobile: «emozione unica tornare a Pescara»

«Il Delfino può recuperare»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2364

Immobile

Immobile

FRANCAVILLA AL MARE. Terzo allenamento in Abruzzo per la Nazionale Under 21 che venerdì affronterà la Svezia allo stadio Adriatico di Pescara con fischio d'inizio alle ore 21,00.

La partita è valida come andata di play-off qualificazione agli Europei di Israele 2012. Il ct Devis Mangia, obbligato ad un risultato positivo già all'andata, può disporre di diversi elementi di grande talento come il romanista Florenzi e gli ex biancazzurri Insigne ed Immobile, che a meno di sorprese comporranno l'attacco dell'Italia di venerdì sera.
Importante per il passaggio del turno sarà l'apporto del calorosissimo pubblico di Pescara, chiamato a riempire gli spalti dell'Adriatico per spingere gli azzurrini alla fase finale del Campionato Europeo: «quando ero al Pescara ci ha sempre dato una mano, sono sicuro che non mancherà», ha detto Immobile.
La partita con la Svezia è l'ultimo ostacolo prima della qualificazione all'Europeo: «arriviamo carichi all'appuntamento dopo 2 anni di lavoro importanti», continua Immobile. «Siamo consapevoli che non si può sbagliare e vogliamo dare una gioia importante a chi ci segue ed ai nostri tifosi».
Il suo ritorno a Pescara a 4 mesi dalla fantastica conclusione dello scorso campionato suscita sempre una sensazione particolare: «sono molto legato a questa città ed a questi colori. Le sensazioni e le emozioni sono fortissime già quando sono arrivato in città in pullman, quando ho rivisto i luoghi a me cari dello scorso anno. Pescara mi ha dato tanto e sono contento di essere tornato qui per giocarmi qualcosa di davvero importante come l'Europeo 2013».
La sua ex squadra, il Pescara, sta vivendo un momento particolare fatto di alti e bassi: «sono una buona squadra e possono salvarsi. Certo la serie A è difficile e non è facile affrontarla con tanti giocatori nuovi e soprattutto stranieri. Forse ci sono stati dei problemi a livello di comunicazione con tanti giocatori non italiani, ma c'è tutto il tempo per trovare la quadratura del cerchio». 


«I tifosi devono avere pazienza» – prosegue Immobile sul campionato dei biancazzurri – «anche se la piazza di Pescara è giustamente esigente. La serie A è diversa dalla B».
Tante le differenze con la sfortunata Under 21 di Gigi Casiraghi, eliminata 2 anni fa dai pari età della Bielorussia: «non so se c'è più qualità ma noi siamo pronti per la doppia sfida con la Svezia».
Sulla lotta scudetto: «vedo favorite Juventus, Napoli ed Inter. Il Milan è ormai fuori dalla lotta scudetto mentre per la Roma bisogna avere ancora pazienza perché si è ancora alla ricerca del giusto equilibrio, con un mister particolare che è Zeman...».
Dopo un inizio incoraggiante a Genova, Ciro Immobile sta trovando qualche difficoltà sotto rete. Una novità per chi l'anno scorso col Pescara ha sfiorato quota 30 gol in campionato: «avevo iniziato bene le prime giornate, ora sto trovando difficoltà. Durante le ultime partite ho fallito diverse occasioni da gol e non è normale per me che sono abbastanza freddo sotto porta. La serie A però è difficile, lo so benissimo».
La gara di ritorno è prevista per martedì 16 ottobre ore 18,00 in Svezia.

Andrea Sacchini