CALCIO & INCHIESTE

Calcioscommesse, sospetti su Spezia-Legnano

Riprese le audizioni della procura della Federcalcio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1524

Calcioscommesse, sospetti su Spezia-Legnano
ROMA. Mentre si attendono quegli «sviluppi clamorosi» annunciati ieri dal capo della polizia, Antonio Manganelli, nell’ennesimo filone di inchiesta del Calcioscommesse, la Procura della Federcalcio ha ripreso le audizioni.

Si tratta del filone cremonese dell'inchiesta. Negli uffici di via Po si è svolto anche un vertice tra il Procuratore Stefano Palazzi e i suoi collaboratori terminato in serata. La Procura sarebbe orientata a dividere il filone partenopeo, nato dalle dichiarazioni dell'ex portiere del Napoli, Matteo Gianello, che aveva ammesso di aver tentato di combinare la partita Napoli-Sampdoria (del maggio 2010) cercando di coinvolgere alcuni ex compagni come Paolo Cannavaro e Gianluca Grava.
L'inchiesta della Procura partenopea è archiviata da tempo, i federali quindi non riceveranno altro materiale: da qui la probabile decisione di far scattare i deferimenti entro la fine del mese (o comunque in tempi brevi), dividendo il filone campano da quello cremonese, che vedrebbe coinvolti per responsabilità oggettiva club come Lazio e Genoa.
Tranche di un'inchiesta su cui la Procura di Cremona, invece, sta ancora lavorando. Nel pomeriggio, intanto, gli investigatori federali si sono concentrati sulla presunta combine di Spezia-Legnano, finale di ritorno del play-off del campionato di Seconda Divisione di Lega Pro 2009-2010 che si è conclusa con la promozione dello Spezia in Prima Divisione. Il match è finito sotto la lente della Procura federale dopo la denuncia dell'ex dirigente della squadra lombarda, Pino Padula, ascoltato da Palazzi lo scorso aprile. Padula raccontò di un tentativo di corruzione dei giocatori del Legnano da parte di un rappresentante dello Spezia. Un tentativo fallito che portò, secondo Padula, il presunto corruttore a rivolgersi all'arbitro di quella partita, Roberto Bagalini, convocato in Procura venerdì. Oggi, intanto sono stati ascoltati, l'ex allenatore del Legnano Giuseppe Scienza, l'ex ds Luigi Abate e l'ex calciatore Alessandro Monticciolo. Ma sono chiamati in causa anche il medico del Legnano Luigi Valcarenghi (ora alla Pro Patria) ed Aldo Jacopetti, ex d.g dello Spezia che saranno ascoltati giovedì.