SERIE B

Un Lanciano timido e contratto perde 2-0 a Brescia

In gol Budel e Caracciolo

Andrea Sacchini

Reporter:

Andrea Sacchini

Letture:

1255

Un Lanciano timido e contratto perde 2-0 a Brescia
BRESCIA. Il Lanciano, orfano di diversi titolari, perde 2-0 a Brescia e resta a quota 7 in classifica.

 Entrambe le reti nella ripresa. Al 29esimo e 45esimo rispettivamente con Budel e Caracciolo.
Nel primo tempo gioco discreto da parte di entrambe le squadre ma pochissime occasioni degne di nota. Squadre molto abili nel palleggio ma incapaci di verticalizzare con successo le azioni, complici difese attente e reparti molto vicini tra loro in fase di non possesso del pallone.  
Buono l'impatto alla partita dei giocatori del Lanciano, molto concentrati e bravi nel mantenere il possesso del pallone ed impedire sul nascere ogni attacco delle rondinelle.
Nella ripresa avvio con lo stesso canovaccio della prima frazione di gioco ma all'ottavo è splendido Leali nel neutralizzare un calcio di rigore di Caracciolo. Col passare dei minuti il Lanciano arretra il proprio baricentro dando coraggio ai padroni di casa, più vivaci e propositivi. Ad un quarto d'ora dalla fine il meritato vantaggio del Brescia, che nel secondo tempo ha schiacciato l'undici di Gautieri troppo timido e contratto. Prima del triplice fischio il sigillo finale di Caracciolo.
Avvio di gara sostanzialmente equilibrato. Al quarto conclusione di Zambelli contratta da un difensore del Lanciano. All'ottavo minuto bel pallone dalla destra di Lasik per Caracciolo la cui conclusione viene respinta in angolo da Leali.
Ritmi blandi con entrambe le squadre ben messe in campo ma incapaci di trovare la giusta verticalizzazione per le punte. Gioco stagnante a centrocampo e pochi pericoli creati.
Al decimo calcio di punizione di Amenta per gli ospiti e palla abbondantemente alta. Al 21esimo nuova conclusione dalla distanza di Volpe e sfera alle stelle.
Al 36esimo, dopo un quarto d'ora quasi di grandi sbadigli, sul taccuino un tentativo di Caracciolo di testa su cross dalla sinistra di Corvia. Palla sul fondo non di molto.
Al 40esimo lancio in profondità di Salamon per Corvia e diagonale dell'attaccante bresciano ottimamente respinto da Leali.
Prima del riposo conclusione dalla distanza ancora di Corvia e palla questa volta facile preda di Leali.
Nella ripresa, dopo un avvio fotocopia dei primi 45 minuti di gioco, all'ottavo minuto il primo vero sussulto della partita. Per fallo di Di Cecco su Scaglia, calcio di rigore per il Brescia. Sul tiro dal dischetto Leali intuisce l'idea di Caracciolo e neutralizza il penalty da campione sulla sua sinistra. Squadre sempre sullo 0-0 con merito tutto del giovane portiere in prestito dalla Juventus.
Col passare dei minuti aumenta la pressione dei padroni di casa. Al quarto d'ora bel suggerimento di Budel per Corvia che da posizione decentrata ma da 2 passi spedisce la sfera sul fondo.
Due minuti dopo il primo tentativo del Lanciano nella ripresa. Dalla grande distanza bella conclusione sotto la traversa di Paghera con Arcari bravo ad alzare in corner.
Al 26esimo sugli sviluppi di un angolo per il Brescia, colpo di testa nel cuore dell'area di Stovini e palla centrale tra le braccia di Leali.
Al 29esimo la rete del Brescia con Budel, che da oltre 20 metri cerca e pesca il gol del sabato. Marcatura bellissima del centrocampista delle rondinelle con conclusione imprendibile per Leali.
Il Lanciano subisce il contraccolpo psicologico dello svantaggio ed al 35esimo va vicino allo 0-2. Contropiede dei padroni di casa e palla per Caracciolo che da posizione decentrata a tu per tu col portiere colpisce il palo. Il Lanciano non c'è più e non ha la forza di reagire.
Al 90esimo il sigillo finale di Caracciolo che raddoppia su bel pallone in profondità di Saba.
Prossimo impegno dei frentani sabato prossimo nel match interno con la Pro Vercelli. Sarà, con ogni probabilità, la prima del Biondi in serie B.

TABELLINO

BRESCIA (3-5-2): Arcari; De Maio, Stovini, Salamon; Zambelli, Lasik (18'st Rossi), Budel, Scaglia, Daprelà (28'st Saba); Andrea Caracciolo, Corvia (31'st Bouy). A disposizione: Russo, Antonio Caracciolo, Martinarini, Mitrovic. Allenatore: Calori.
LANCIANO (4-3-3): Leali; Di Cecco, Aquilanti, Mammarella, Amenta; Paghera (35'st Testardi), Volpe, Minotti (10'st Hottor); Zeytulaev, Falcinelli, Turchi (15'st Pepe). A disposizione: Casadei, Scrosta, D'Aversa, Rosania. Allenatore: Gautieri.
ARBITRO: Manganiello della sezione di Pinerolo. Presenti sugli spalti circa 4mila spettatori.