SERIE A

Verso Pescara-Lazio. Cascione: «spirito guerriero in campo»

Domani tifosi all'antistadio

Andrea Sacchini

Reporter:

Andrea Sacchini

Letture:

1599

Verso Pescara-Lazio. Cascione: «spirito guerriero in campo»

PESCARA. Venerdì di allenamento per il Pescara che domenica sarà impegnato all'Adriatico dall'attesissimo match con la Lazio.

Sono rientrati in gruppo Bocchetti e Colucci, ormai pienamente ristabiliti dai rispettivi acciacchi. Si è fermato in via precauzionale invece Quintero il cui recupero è importante vista l'indisponibilità dello squalificato Weiss.
Emergenza in difesa per il tecnico Giovanni Stroppa, che dovrà rinunciare agli squalificati ed infortunati Zanon, Cosic, Crescenzi e Modesto. Scelte obbligate dietro con Bocchetti dirottato sull'esterno e Capuano riproposto nel mezzo a far coppia con l'inamovibile Terlizzi. Possibile anche l'impiego di Capuano terzino con Bocchetti confermato al centro. Un po' più dietro nelle scelte Romagnoli, che deve ancora recuperare condizione e tono muscolare dopo l'infortunio. Difficile l'ipotesi Bocchetti-Terlizzi centrali con Blasi retrocesso terzino.
«Ho visto diverse partite della Lazio» – commenta Emmanuel Cascione – «è la prima big che affrontiamo dopo l'Inter, ma quella fu una partita particolare. Abbiamo ora tutt'altra mentalità. Per noi è un momento positivo e c'è molta consapevolezza nei nostri mezzi. Gli allenamenti sono migliori, c'è entusiasmo e va molto bene anche l'inserimento dei nuovi».
All'Adriatico arriva la Lazio, che dovrà essere affrontata con attenzione e convinzione: «dobbiamo interpretarla come le ultime partite. Molto concentrati tutti e 11 in difesa e ripartire con convinzione e velocità. Nelle ultime partite abbiamo conquistato 7 punti importanti e proprio ora non possiamo cambiare modo di giocare e soprattutto mentalità. Serve sacrificio ed impegno di tutti».
La partita con la Lazio è attesa da diversi anni qui in riva all'Adriatico: «già dall'anno scorso si attendeva questa partita... Man mano che si avvicina questa sfida aumentano pressione e concentrazione. È una partita come le altre però visto l'importanza sportiva della posta in palio va affrontata con spirito guerriero in campo, rispettando sempre agonismo sano e spirito di sport».
Pochi i punti deboli dei biancocelesti: «forse se dobbiamo individuarne uno è la velocità dei loro difensori centrali. Dias, Biava e Ciani sono molto prestanti a livello fisico ma difettano un po' di velocità. Loro ad ogni modo sono una squadra completa che punta a traguardi importanti».
Dopo un inizio difficile, le prestazioni di Cascione sono migliorate sino ad arrivare quasi ai livelli dello scorso campionato: «non ho avuto grandi problemi fisici all'inizio. Ho avuto problemi di modulo. Con l'Inter ho giocato bene, poi col Torino sono stato impiegato fuori ruolo ed ho sofferto tantissimo in campo. Era tanto tempo che non ricoprivo un ruolo centrale. Ora che sono tornato a fare la mezzala faccio le cose che più mi piacciono: corsa avanti e dietro ed inserimenti senza palla».
Questione del modulo cara al capitano del Pescara: «abbiamo trovato l'equilibrio anche se è troppo presto per dirlo. Abbiamo trovato continuità con un modulo simile rispetto l'anno scorso. Questo perché molti di noi giocano a memoria e ci conosciamo mentre i nuovi piano piano si stanno inserendo bene».
«La squadra ha sofferto all'inizio l'impatto con la categoria» – conclude Cascione – «ora stanno venendo fuori le qualità dei giocatori e soprattutto i risultati».

PESCARA-LAZIO SUGLI SPALTI. I RANGERS: «SIAMO TIFOSI NON TERRORISTI»

Che Pescara-Lazio non sia una partita come tutte le altre lo dimostra l'affetto ed il calore dei tifosi, che in questi giorni stanno caricando a dovere i ragazzi di mister Giovanni Stroppa. Domani nell'allenamento di rifinitura mattutina della squadra all'Antistadio Flacco è prevista una massiccia partecipazione di sostenitori del delfino, promossa dai Pescara Rangers che vogliono motivare il gruppo in vista dell'importante match di domenica. Negli ultimi giorni però su alcuni organi di stampa a tiratura nazionale, considerata la grande rivalità tra le 2 tifoserie, sono state diffuse notizie piuttosto allarmanti circa l'ordine pubblico prima e durante la partita. Il tutto originato da un comunicato dei Pescara Rangers (http://www.corrieredellosport.it/calcio/serie_a/2012/10/04-269541/Verso+Pescara-Lazio:+spot+di+cattivo+gusto#anchorCommenti) «voleva essere soltanto un modo di caricare la squadra dal punto di vista sportivo». Inevitabile poi in serata la risposta piccata della tifoseria pescarese che ha voluto precisare la propria posizione in merito: «nella giornata di ieri la tifoseria organizzata Pescara Rangers ha redatto un comunicato di poche righe in cui chiedeva alla tifoseria e alla città, di recarsi presso l'antistadio nella giornata di sabato mattina per incitare i propri ragazzi. Nulla di strano, se non fosse che poi lo stesso comunicato è stato ripreso a "singhiozzo" e inserito in una sorta di calderone con finalità di allarme rosso per la sicurezza cittadina e di eventuali tifosi ospiti. Tutto questo non fa che esasperare gli animi, sino ad oggi tranquilli, e puntare il dito sempre sul mondo ultras come se fosse il male dei nostri giorni, incuranti di accertare la verità. L'importante è puntare il dito perché oggi quello che conta è fare audience».
Per le critiche per il poster e per il comunicato, i Rangers rispondono: «non siamo autori di nessun manifesto, quello che ci interessa è sostenere i nostri colori e ribadiamo: sabato tutti all'antistadio e domenica tutti allo stadio... siamo tifosi non terroristi».

UNDER 21 ITALIA-SVEZIA A PESCARA

Sono già in vendita i biglietti per Italia-Svezia Under 21 di venerdì prossimo allo stadio Adriatico di Pescara, con fischio d'inizio alle ore 21.00, presso il circuito vendita Ticket One. Prezzi che vanno dai 5 euro delle Curve ai 10 dei distinti e 14 euro della Tribuna Maiella. Riduzioni per donne e bambini. Convocazioni del ct Devis Mangia entro lunedì.