SERIE B

Il Lanciano pareggia in casa 1-1 col Modena

Frentani in 10 per tutta la ripresa

Andrea Sacchini

Reporter:

Andrea Sacchini

Letture:

1288

Il Lanciano pareggia in casa 1-1 col Modena
PESCARA. Allo stadio Adriatico di Pescara, il Lanciano rimanda ancora una volta l'appuntamento con la prima vittoria interna pareggiando 1-1 col Modena.

Nel primo tempo vantaggio dei padroni di casa al 26esimo con Mammarella. Pareggio nella ripresa al terzo minuto con Signori.
Tanto rammarico per il Lanciano che in vantaggio, fino all'espulsione di Vastola, non aveva mai corso pericoli in difesa ed anzi era apparso piuttosto propositivo in avanti. Inferiorità numerica che ha stravolto i piani di Gautieri che aveva scelto un undici tatticamente ordinato e pronto a ripartire con velocità in attacco. Per il Modena gara dai 2 volti. Male in parità numerica e decisamente più pimpante una volta che il Lanciano è stato costretto a giocare l'intera ripresa in dieci.
Primo tempo per 25 minuti spettacolo assente all'Adriatico con entrambe le squadre incapaci di creare grattacapi alle difese. Qualche conclusione dalla distanza piuttosto pretenziosa, poi la magia su punizione di Mammarella che cambia l'inerzia del match dopo l'1-0 più vivo ed agonisticamente valido. Pallino del gioco saldamente nelle mani del Lanciano ma al 42esimo espulsione di un ingenuo Vastola, già ammonito, per fallo evitabile ed equilibri nuovamente stravolti.
Ripresa di tutt'altro spessore rispetto il primo tempo, con il Modena che ha approfittato della superiorità numerica. Tanta difficoltà per i frentani che hanno cercato di colpire in contropiede reggendo con grinta e determinazione alla forza d'urto degli ospiti.
Da rimarcare l'arbitraggio tutt'altro che equanime, al di là dell'espulsione giusta di Vastola, con punizioni e falli dubbi sanzionati ai danni del Lanciano.

LA PARTITA
Avvio di gara al piccolo trotto con tanta difficoltà nell'ultimo passaggio da parte di entrambe le squadre. Gioco fermo a centrocampo e pochi pericoli portati alle difese. Al secondo conclusione inguardabile di Lazarevic con palla ampiamente fuori dallo specchio di porta. Al decimo buona combinazione al limite dell'area frentana e conclusione di Zoboli altissima.
Al 14esimo prima conclusione in porta del Lanciano. Corner tagliato del solito Mammarella smanacciato da Colombi.
Al 21esimo nuovo tentativo dalla distanza, piuttosto velleitario, di Vastola con pallone sul fondo di molto.
Al 26esimo la partita a sorpresa si sblocca con l'ennesima perla in stagione di Mammarella, che direttamente su punizione dal limite disegna una parabola imprendibile per Colombi. Lanciano in vantaggio nell'unico tiro nello specchio della porta dei primi 25 minuti.
È l'episodio che cambia l'inerzia della contesa, ora decisamente più viva e giocata a ritmi decisamente superiori.
La reazione del Modena si concretizza con una mischia in area risolta da un difensore del Lanciano e successiva conclusione sul fondo di Nardini.
Al 36esimo azione di alleggerimento del Lanciano con una conclusione dai 30 metri di Turchi con pallone facile preda del portiere modenese.
37esimo e punizione dalla distanza di Dalla Bona in stile rugbistico: palla alle stelle.
Al 42esimo altro episodio decisivo questa volta a favore del Modena. Sciocco fallo al limite dell'area di Vastola, già ammonito, e seconda ammonizione per il centrocampista della Virtus. Rossoneri in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo.
Al 44esimo colossale chance per il Modena con Lazarevic, che al limite dell'area piccola gira in porta di prima intenzione trovando lo splendido riflesso di Leali.
Nella ripresa subito Modena in pressione e Lanciano chiuso nella propria metà campo. Al terzo subito il Modena perviene al pareggio con Signori, che dal limite cerca e trova il secondo palo alla sinistra di Leali. Lanciano in grande difficoltà e fisicamente provato dall'impegno di martedì a Reggio Calabria.
All'11esimo colossale palla gol per il Modena. Su perfetta azione di ripartenza è piazzata male la difesa del Lanciano. Da posizione decentrata conclusione sul fondo di Nascimiento che, egoista, non vede nel cuore dell'area 2 compagni piazzati meglio.
Al quarto d'ora buona chance per i padroni di casa. Sugli sviluppi del solito corner di Mammarella, girata sotto porta di Paghera e palla alta contrata da un difensore ospite.
Al 23esimo nuova botta dalla distanza di Signori. Questa volta buona la potenza ma non la mira, troppo centrale tra le braccia di Leali.
Al 27esimo gigante palla gol per il Lanciano. Sugli sviluppi di un calcio piazzato, palla al limite per Mammarella gran tiro e palla sporcata sotto porta col tacco da Di Cecco che alza sulla traversa.
29esimo: grande opportunità questa volta per il Modena. Libero da marcature in area Ardemagni non inquadra incredibilmente lo specchio della porta. Un minuto dopo gol annullato agli ospiti per fuorigioco.
All'ultimo minuto di recupero Leali è semplicemente strepitoso nel dire no d'istinto alla conclusione a botta sicura da 2 passi di Stanco.
Con questo punto, preziosissimo, il Lanciano è salito a quota 7 in classifica. Sabato prossimo difficilissima trasferta sul campo del quotato Brescia.

TABELLINO

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Leali; Aquilanti, Amenta, Mammarella, Almici; Vastola, Paghera (34'st D'Aversa), Volpe; Turchi (4'st Di Cecco), Fofana, Falcinelli (17'st Pepe). A dispozione: Casadei, Bacchetti, Rosania, Zeytulaev. Allenatore: Gautieri.
MODENA (3-4-3): Colombi; Andelkovic (1'st Stanco), Zoboli, Perna; Nardini, Signori, Dalla Bona (28'st Moretti), Minarini; Lazarevic, Surraco (11'st Nascimiento), Ardemagni. A disposizione: Manfredini, Gozzi, Pagano, Osuji. Allenatore: Marcolin.
ARBITRO: Francesco Castrignanò della sezione di Roma 2. Si è giocato allo stadio Adriatico di Pescara. Presenti sugli spalti circa 1.500 spettatori.