SERIE A

Una magia di Weiss basta al Pescara per superare 1-0 il Palermo

Euforia per gli abruzzesi che mettono a segno la prima vittoria in serie A

Andrea Sacchini

Reporter:

Andrea Sacchini

Letture:

1603

Una magia di Weiss basta al Pescara per superare 1-0 il Palermo
PESCARA. Con un gol favoloso di Weiss a 3 minuti dalla fine il Pescara supera 1-0 il Palermo ed ottiene la prima vittoria in campionato.

 Risultato forse troppo severo per gli ospiti, che hanno interpretato bene l'incontro nonostante l'inferiorità numerica per quasi un'ora di gioco. Pescara non bello ma efficace e per una squadra che lotta per mantenere la categoria è più che sufficiente.
Prima parte di tempo sostanzialmente equilibrata poi col passare dei minuti è cresciuto il Palermo, con il Pescara troppo contratto e forse impaurito dalla velocità e dall'intraprendenza del duo Ilicic-Hernandez. Finale di tempo in crescendo per i biancazzurri con il centrocampo nel vivo del gioco e capace di dare adeguata protezione alla difesa dopo una ventina di minuti in chiara difficoltà. Poi al 36esimo l'episodio dell'espulsione di Von Bergen che avrebbe potuto spezzare in 2 la partita.
Invece, nel secondo tempo, scendono i ritmi ed entrambe le squadre mettono in mostra tutti i propri limiti nella costruzione del gioco. Pochissime le occasioni nitide palla al piede e tantissimi i tentativi dalla lunghissima distanza. Pochissime idee del centrocampo e gioco che ristagna nel mezzo senza sbocchi.
42 minuti di nulla o quasi poi la magia di Weiss che chiude i conti con il Palermo in ginocchio ed incapace di riequilibrare il match.

LA PARTITA

Buon avvio dei padroni di casa, propositivi sin dalle prime battute. Al secondo tentativo da fuori di Caprari e palla sul fondo. Al quinto solito guizzo di Quintero che si libera di un paio di difensori e dai 20 metri di poco non inquadra il bersaglio grosso.
Al sesto la prima risposta del Palermo con Hernandez, che lanciato in profondità da un bel tocco di Giorgi viene anticipato di un soffio dalla pronta uscita bassa di Pelizzoli. Un minuto prima rete annullata ad Hernandez per giusto fuorigioco.
Al decimo sugli sviluppo di un corner mischia paurosa nell'area del Pescara, con i difensori di Stroppa che liberano non senza difficoltà. Dopo un buon avvio di gara da parte dei padroni di casa, è il Palermo che prende in mano le redini del gioco. Buon possesso palla e superiorità territoriale senza però vere e proprie occasioni da rete clamorose.
Al 14esimo angolo per il Pescara e tocco ravvicinato di Cascione da buona posizione con pallone contrato dalla difesa siciliana.
A cavallo del 20esimo clamorosa chance per gli ospiti con Pelizzoli che si erge a protagonista assoluto. Contropiede Palermo e lancio per Hernandez che a tu per tu col portierone biancazzurro conclude centrale. Sulla ribattuta botta a colpo sicuro di Barreto e salvataggio sulla linea di Cosic. L'azione non finisce ed Hernandez da 2 passi esalta nuovamente i riflessi di Pelizzoli.
Al 23esimo veloce ripartenza dei biancazzurri e palla da Quintero a Vukusic che da posizione privilegiata conclude troppo debole e centrale. Eccessivamente frettoloso il centravanti croato che non ha visto nel cuore dell'area di rigore Caprari completamente libero.
26esimo e tentativo da fuori di Giorgi dopo un dribbling riuscito su Balzano. Palla respinta da Pelizzoli. Centrocampo del Pescara in netta difficoltà nel creare gioco e soprattutto nello spezzare le trame dell'undici guidato da Gasperini.
Alla mezz'ora buon contropiede del Pescara. Cross lungo dalla destra di Zanon per la testa di Cascione con sfera respinta da Ujkani.
33esimo e botta da fuori di Quintero dopo un buon lavoro di Vukusic: alto non di molto.
35esimo ed ecco l'episodio che spezza gli equilibri della contesa. Quintero illumina l'Adriatico con un passaggio in profondità per Vukusic, difesa del Palermo colta di sorpresa e fallo di mani in situazione di chiara occasione da gol di Von Bergen sul tentativo di dribbling dell'attaccante biancazzurro. Inevitabile il cartellino rosso per il numero 25 ospite. Dalla punizione dal limite nulla di fatto ma Palermo in dieci per tutto il secondo tempo.
Il Pescara trae giovamento dalla nuova situazione numerica e preme. Al 40esimo tiro di Caprari alto da posizione decentrata.
42esimo e prima risposta del Palermo con Ilicic, che dai 25 metri alza troppo la mira.


Nella ripresa subito in avvio erroraccio in disimpegno della retroguardia abruzzese e palla in profondità di Barreto per Ilicic che conclude solo davanti al portiere. Grande intervento di Pelizzoli ad evitare il vantaggio rosanero.
Al decimo Ilicic vede il corridoio giusto per l'inserimento di Hernandez che arriva sul pallone con un attimo di ritardo e viene anticipato dall'uscita di Pelizzoli.
Nonostante l'inferiorità numerica è il Palermo ad essere più incisivo. Pescara contratto ed incapace di trovare il varco giusto.
Al 13esimo finalmente si fanno vivi i biancazzurri. Difesa del Palermo piazzata male e lancio lungo per Vukusic che sfida in velocità donati e con un diagonale impegna severamente Ujkani. Bella l'idea in profondità di Zanon.
Latitano vere e proprie occasioni da gol. Da annotare un destro alle stelle di Barreto per il Palermo da oltre 25 metri.
28esimo ed ancora un tiro da fuori di Ilicic con palla abbondantemente alta.
37esimo tiro cross di Weiss respinto da Ujkani e nulla di più. Due minuti dopo punizione da distanza siderale di Miccoli lenta lenta tra le braccia di Pelizzoli.
Al 42esimo l'episodio che sblocca la partita. Dal limite dell'area di rigore Weiss controlla un buon pallone e di prima intenzione con violenza inaudita realizza all'incrocio dei pali. È gol che consegna la vittoria al Pescara in una partita tutt'altro che esaltante per contenuti tecnici, ma che da 3 punti fondamentali in ottica salvezza agli abruzzesi.
Domenica per il Pescara altro scontro diretto per la salvezza sul campo del Cagliari. Dopo le polemiche relative allo 0-3 a tavolino subito con la Roma 3 giorni fa, domani si saprà se gli isolani potranno giocare in Sardegna o al Nereo Rocco di Trieste. Nel primo caso da decidere l'agibilità o meno di un settore almeno per gli abbonati. Palermo invece che ospiterà in casa il Chievo Verona.

TABELLINO

PESCARA (4-3-2-1): Pelizzoli; Zanon, Bocchetti, Cosic (46'pt Capuano), Balzano; Colucci, Nielsen (29'st Abbruscato), Cascione; Caprari, Quintero (10'st Weiss); Vukusic. A disposizione: Falso, Soddimo, Bjarnason, Celik, Brugman, Blasi, Jonathas. Allenatore: Stroppa.
PALERMO (3-4-2-1): Ujkani; Munoz, Von Bergen, Donati; Morganella, Rios, Barreto, Garcia; Giorgi (1'st Mantovani), Ilicic (35'st Miccoli); Hernandez (35'st Brienza). A disposizione: Benussi, Brichetto, Viola, Dybala, Bertolo, Labrìn, Budan, Kurtic, E. Pisano. Allenatore: Gasperini.
ARBITRO: Daniele Doveri della sezione di Roma 1. Presenti sugli spalti 11.411 spettatori (4.123 paganti e 7.288 abbonati) con una decina di sostenitori ospiti.