SERIE A

Il Pescara pareggia 1-1 a Bologna

Quintero risponde a Gilardino

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1355

Il Pescara pareggia 1-1 a Bologna
BOLOGNA. Il Pescara pareggia 1-1 a Bologna ed ottiene il primo punto in classifica dopo 4 giornate.

Tutti i gol nei primi 45 minuti di gioco. Al nono vantaggio dei padroni di casa con Gilardino. Al 41esimo il primo sigillo personale in Italia di Quintero per il definitivo pareggio.
Risultato giusto al termine di una prestazione comunque buona del Pescara, andato in confusione soltanto nei primi 20 minuti della gara.                         
Primo tempo sostanzialmente equilibrato. Partenza migliore del Bologna che oltre al gol è andato vicino al pareggio in almeno un paio di occasioni. Seconda parte di frazione invece ad appannaggio degli abruzzesi che con maggiore determinazione hanno alzato il proprio baricentro fino a trovare il pareggio con Quintero.
Ripresa senza sussulti fino al calcio di rigore più espulsione in favore del Bologna. Col rosso a Perin e l'ingresso in campo di Pelizzoli eroe di giornata in luogo di Caprari, 20 minuti finali di passione per il Pescara che si è difeso con ordine con carattere e determinazione.

LA PARTITA
Partenza subito decisa dei padroni di casa. Al minuto 2 Diamanti direttamente su calcio d'angolo coglie l'esterno della rete. Un minuto dopo è il turno di Taider che da buona posizione al volo non centra lo specchio della porta.
Al sesto prima timida risposta del Pescara con Vukusic, abile nel proteggere il pallone ma non nel concludere con la necessaria potenza.
Dopo una partenza discreta del Pescara come copertura degli spazi, al nono il Bologna è già in vantaggio. Grave errore del centrocampo di Stroppa che perde un brutto pallone, cross dalla sinistra di Garics per Gilardino che insacca. Difensori immobili nell'occasione anche se il centravanti emiliano era in fuorigioco di pochi centimetri.
Gli abruzzesi sbandano ed un minuto dopo Bologna vicinissimo al raddoppio. Da limite gran sinistro di Diamanti con Perin attento nel deviare in corner.  
Al quarto d'ora ancora il portiere biancazzurro si rifugia in corner su botta dalla distanza di Kone.
Al 17esimo nuovo timido tentativo dell'undici di Stroppa. Da sinistra Caprari si accentra palla al piede e chiama alla facile parata Agliardi.
Finalmente il Pescara da l'impressione di essere in partita e costruisce un buon numero di occasioni a cavallo della mezz'ora. Al 23esimo colpo di testa di Cascione impreciso da buona posizione. Al 25esimo bel guizzo di Quintero che dal limite non inquadra lo specchio della porta di poco. Pochi secondi dopo Vukusic a tu per tu con Agliardi si lascia anticipare dall'uscita tempestiva e precisa di Agliardi.
Al 41esimo il Pescara pareggia con Quintero, che su calcio piazzato dal limite sorprende Agliardi. Un minuto dopo in perfetta azione di contropiede Vukusic va vicino al vantaggio con Agliardi decisivo nell'annullare la minaccia. Prima del riposo tiro-cross velenoso di Caprari con nessun compagno pronto per la deviazione a botta sicura in rete.
Nella ripresa immediato botta e risposta. Al secondo dai 25 metri Diamanti alza di pochissimo la mira. Un minuto dopo bello spunto dalla sinistra di Caprari che supera un difensore emiliano ma conclude troppo debole e centrale.
Al 12esimo ci prova dalla distanza Kone con sfera sul fondo.
Al 18esimo l'episodio che cambia il canovaccio del match, fino ad allora equilibrato. Calcio di rigore per il Bologna ed espulsione per Perin per fallo in situazione di chiara occasione da gol. Dal dischetto però Pelizzoli (entrato in sostituzione di Caprari, ndr) neutralizza il tentativo di Diamanti.
In inferiorità numerica il Bologna alza il proprio baricentro alla ricerca del secondo gol. A cavallo della mezz'ora 2 occasioni per i padroni di casa. Prima un tentativo dalla distanza impreciso di Diamanti e poi un colpo di testa in piena area di Gilardino con pallone alto.
Al 32esimo strepitoso Pelizzoli nel dire di no ad un diagonale preciso di Gilardino da posizione più che privilegiata.
All'ultimo dei 4 minuti di recupero brivido finale con una punizione sul fondo di Diamanti.
Mercoledì alle 18.30 turno infrasettimanale di campionato. Allo stadio Adriatico arriva il Palermo, che ha perso 1-0 a Bergamo con l'Atalanta.

TABELLINO
BOLOGNA (4-3-2-1): Agliardi; Garics, Antonsson, Natali, Morleo (38'st Abero); Pulzetti (22'st Gabbiadini), Pazienza, Taider; Diamanti, Kone (31'st Gimenez); Gilardino. A disposizione: Curci, Carvalho, Cherubin, Sorensen, Motta, Perez, Guarente, Pasquato, Acquafresca. Allenatore: Pioli.
PESCARA (4-3-2-1): Perin; Balzano, Cosic, Bocchetti, Modesto (26'st Zanon); Nielsen, Colucci, Cascione (35'st Bjarnason); Caprari (19'st Pelizzoli), Quintero; Vukusic. A disposizione: Crescenzi, Capuano, Blasi, Weiss, Celik, Brugman, Soddimo, Jonathas, Abbruscato. Allenatore: Stroppa.
ARBITRO: Romeo della sezione di Verona.