PESCARA CALCIO

La delusione di Celik, Modesto e Colucci: «meritavamo di più»

Andrea Sacchini

Reporter:

Andrea Sacchini

Letture:

1155

La delusione di Celik, Modesto e Colucci: «meritavamo di più»
PESCARA. C'è ancora tanta amarezza per la sconfitta di domenica all'Adriatico contro la Sampdoria.

 La squadra, che per gioco ed occasioni da gol non ha affatto demeritato, ha pagato a caro prezzo le solite magagne difensive che hanno spianato la strada al successo dei blucerchiati di Ciro Ferrara.
Nelle ultime 48 ore la società, per bocca del patron Daniele Sebastiani, a più riprese ha fatto capire di avere fiducia nell'operato di Giovanni Stroppa, scelto in estate per sostituire Zdenek Zeman passato alla Roma. I biancazzurri però al momento sono l'unica squadra di serie A ad aver sempre perso. La cosa però che più preoccupa è l'incredibile fragilità della difesa, capace di subire 9 gol quasi fotocopia in 3 partite.
«Le colpe non sono solo della difesa ma di tutti i reparti» – racconta il centrocampista del Pescara, Giuseppe Colucci – «dobbiamo prestare maggiore attenzione nella fase di non possesso palla e proteggere meglio la difesa. Sono però fiducioso che presto cambieremo rotta».
L'amaro in bocca è ancora forte per il 3-2 subito in casa proprio dalla Sampdoria: «è arrivata un'altra sconfitta, questa volta immeritata. Sicuramente ai punti meritavamo di più ma in serie A ogni errore viene pagato a caro prezzo. Abbiamo comunque tutte le intenzioni di uscire da questa situazione. Le carte in regola per innalzarci in classifica ci sono tutte».
Dello stesso avviso Francesco Modesto, al suo esordio in biancazzurro da laterale sinistro di difesa: «il Pescara ha disputato una bella gara e non siamo stati fortunati in tanti episodi. Abbiamo creato tante palle gol e non siamo stati bravi nel finalizzare le azioni. C'è ancora tanto da migliorare, a partire dalla solidità difensiva che in questo momento ci manca numeri alla mano».
«Abbiamo fatto vedere cose buone» – conclude Modesto – «ed altre meno buone. Bisogna lavorare con più impegno cercando di evitare gli errori, che riguardano tutti i reparti e non soltanto la difesa. Sono fiducioso per il futuro, sono convinto che faremo sempre meglio e col tempo arriveranno anche i risultati».
Una delle note positive del Pescara con la Sampdoria è stato l'ingresso in campo, condito con un gol, di Celik che ha riacceso un incontro che dopo il 2-0 di Estigarribia sembrava ormai chiuso: «sono contento per il primo gol in Italia, per me è stata una grande emozione. Peccato che non sia servito a portare punti importanti alla nostra classifica. Sicuramente il Pescara meritava molto di più ma sappiamo che nel calcio gli errori si pagano, come è successo a noi. Sono però ottimista già per la prossima partita di campionato a Bologna».
Oggi dopo le abbondanti piogge che hanno sferzato l'Abruzzo negli ultimi giorni, il Pescara torna ad allenarsi al Campo Vestina di Montesilvano. Ripresa dei lavori nei quali Stroppa dovrà valutare le condizioni fisiche e soprattutto mentali dei propri giocatori.
Oggi a partire dalle ore 15,00 su PrimaDaNoi.it la prima conferenza stampa di Giovanni Stroppa in vista dell'impegno di domenica prossima a Bologna.