SERIE A

Pescara calcio. Caprari: «per noi la partita con la Samp è troppo importante».

Out Romagnoli, spazio a Cosic o Bocchetti

Andrea Sacchini

Reporter:

Andrea Sacchini

Letture:

1800

Pescara calcio. Caprari: «per noi la partita con la Samp è troppo importante».


PESCARA. Sospiro di sollievo per Giovanni Stroppa. L'infortunio occorso in Under 21 a Simone Romagnoli è più lieve del previsto.

 La risonanza magnetica dell'ex centrale della Primavera del Milan ha evidenziato soltanto una lesione di primo grado all'adduttore della coscia destra. Si prevede dunque uno stop di un paio di settimane anche se Romagnoli verrà sottoposto a nuovi esami già questo lunedì. Con Terlizzi out, squalificato per 3 giornate per qualche parola di troppo nei confronti dell'arbitro a Torino, spazio dunque ad uno tra Cosic e Bocchetti per affiancare il titolarissimo Capuano. Ad oggi il serbo pare in leggero vantaggio ma le gerarchie potrebbero cambiare nel corso della settimana. Bocchetti infatti, che in carriera ha giocato qualche volta da centrale, nella sgambata di domenica con la Primavera è stato provato nel mezzo insieme a Capuano con buone indicazioni. Stroppa ad ogni modo scioglierà le riserve soltanto all'ultimo. In ogni caso a meno di clamorosi colpi di scena non verrà tesserato un nuovo difensore proveniente dal mercato degli svincolati.
«La Sampdoria evoca per me dolci ricordi» – racconta Gianluca Caprari – «ma dobbiamo pensare al presente. Il Pescara ha fatto 0 vittorie e 0 gol fatti. Non è un momento positivo per noi e abbiamo bisogno assolutamente di una vittoria per la classifica e per aumentare la nostra autostima».
Dieci giorni di lavoro sono stati utili per aumentare la condizione psico-fisica della squadra: «stiamo bene e stiamo crescendo. Il gruppo è giovane e ha grandi qualità ancora da far vedere. I più esperti ci stanno dando una mano importante e ce la stiamo mettendo davvero tutta per fare del nostro meglio».
«Veniamo da una brutta sconfitta» – prosegue Caprari – «a Torino davvero abbiamo fatto male contro una nostra diretta concorrente per la salvezza. Per il futuro non possiamo fare più figure del genere. Sbagliato l'approccio è stata durissima».
Caprari potrebbe essere impiegato sia nel 4-3-3 sia nel 4-2-3-1. Il diretto interessato, con diplomazia, accetterebbe ben volentieri qualsiasi soluzione dettata dal mister: «il modulo per me è indifferente. Sull'esterno o sulla trequarti l'importante è fare del proprio meglio dando sempre il massimo possibile».
«Se non dovessi giocare titolare con la Sampdoria» – va avanti Caprari sulla possibilità di una sua panchina a vantaggio di Balzano spostato in avanti – «non sarebbe un problema. Il mister fa le sue scelte e noi le rispettiamo. Siamo tanti in squadra e la possibilità arriva per tutti. Certamente la concorrenza non mi spaventa».
Domenica allo stadio Adriatico arriva la Sampdoria: «è una gara che vale tantissimo per noi. Dobbiamo essere molto più aggressivi, come fatto vedere nel primo tempo con l'Inter. La Sampdoria è una grande squadra, ha giocatori di talento come Maxi Lopez che con una giocata possono risolvere una partita».
«Noi però pensiamo solo a noi stessi» – conclude il giovane attaccante biancazzurro – «e faremo del nostro meglio perché questa vittoria ripeto è troppo importante».

NOTIZIARIO
Sono rientrati intanto gli 8 nazionali (Romagnoli, Perin, Capuano, Crescenzi, Bjarnason, Vukusic, Celik e Weiss, ndr) che hanno ripreso i lavori col resto del gruppo nella doppia seduta di oggi. Unici indisponibili Romagnoli e Togni, con quest'ultimo uscito malconcio dalla gara con la Primavera di domenica mattina per un guaio alla caviglia. Domani per il Pescara singola seduta di allenamento alle 10 al campo Vestina di Montesilvano.