SERIE B

Lanciano generoso ma con l'Ascoli è solo 1-1

Gli abruzzesi sfortunati in diverse occasioni

Andrea Sacchini

Reporter:

Andrea Sacchini

Letture:

1888

 Lanciano generoso ma con l'Ascoli è solo 1-1
PESCARA. Il Lanciano impatta 1-1 con l'Ascoli allo stadio Adriatico di Pescara e rimanda ancora una volta l'appuntamento con la prima vittoria in serie B.

 Una rete per tempo. Al 21esimo il vantaggio dei padroni di casa con Paghera. Nella ripresa al minuto 2 la rete ascolana di Zaza.
Pareggio che va stretto agli abruzzesi per quanto fatto vedere lungo tutto l'arco dei novanta minuti e le occasioni da gol create. Rossoneri sfortunati nel complesso, soprattutto in occasione dell'unico vero errore della retroguardia che ha portato al gol del pareggio degli ospiti. Ascoli che fino ad allora aveva costruito davvero poco dalle parti di Leali.
Per la seconda partita di fila è mancata l'esperienza ai ragazzi di Gautieri, che in campo non hanno affatto demeritato per generosità, impegno e gioco.
Avvio di gara sostanzialmente equilibrato, con entrambe le squadre tatticamente ordinate ed attente a non mostrare il fianco all'avversario. Col passare dei minuti il Lanciano è venuto fuori trovando la rete del vantaggio e creando un buon numero di palle gol. Per i rossoneri buona velocità di manovra e capacità di verticalizzare e trasformare con velocità l'azione da difensiva a offensiva. Poca cosa l'Ascoli, pericolosa in pochissimi frangenti in azioni di ripartenza.
Al dodicesimo la prima azione della partita è di marca rossonera. Volpe da posizione decentrata scattato sul filo del fuorigioco schiaccia troppo il tiro che termina abbondantemente sul fondo...
Al 19esimo altro pericolo per la porta dell'Ascoli. Sugli sviluppi di un calcio piazzato palla pee Falcinelli che nel cuore dell'area di rigore trova l'intervento dell'attento Guarna.
Al 21esimo la buona pressione del Lanciano viene meritatamente premiata. Incursione centrale di Paghera, dormita della retroguardia marchigiana, suggerimento in profondità di Falcinelli e gol per il numero 91 lancianese a tu per tu con Guarna.
Ottimo momento per il Lanciano che con Pepe 2 minuti dopo prova senza fortuna il colpo del 2-0.
risposta dell'Ascoli al 25esimo con Zaza, che fuggito sulla destra ha servito un buon pallone nel mezzo per l'accorrente Soncin che di un nulla di prima intenzione ha spedito la sfera sul fondo.
In precedenza tentativo dalla distanza al volo piuttosto pretenzioso di Scalise.
Alla mezz'ora calcio piazzato dal limite di Mammarella con pallone fuori a pochi millimetri dall'incrocio. Un minuto dopo è il turno di Pepe che dai 30 metri su calcio di punizione calcia debole e centrale tra le braccia di Guarna.
Al 38esimo Zaza sulla destra per l'Ascoli fa tutto da solo, supera in dribbling il diretto avversario e a tu per tu con Leali da posizione decentrata esalta i riflessi del portiere giunto pochi giorni fa in prestito dalla Juventus.


Nella ripresa in avvio Ascoli più aggressivo e Lanciano sulla difensiva, contratto e poco reattivo anche per il grande sforzo profuso nei primi 45 minuti di gioco.
Al secondo il pareggio dell'Ascoli è frutto di un errore colossale di Rosania, che nel tentativo di liberare l'area in acrobazia compie un pasticcio e serve Zaza, che al volo all'altezza del dischetto non sbaglia. Il cross in area, apparentemente innocuo, è stato effettuato da Scalise.
Al decimo reazione del Lanciano. Cross dalla sinistra di Mammarella e colpo di testa di Rosania in proiezione offensiva con sfera contrata da un giocatore bianconero.
Al 19esimo colpo di testa da buona posizione di Zeytulaev con palla abbondantemente alta.
Al 21esimo dalla grande distanza bel tiro di Loviso con palla sul fondo non di molto.
27esimo altro tentativo dalla distanza di Paghera. Buona l'idea ma l'esecuzione è troppo centrale e facile preda per Guarna.
Al 28esimo colossale occasione per il Lanciano in contropiede, con Zeytulaev che in potenziale situazione di uno contro uno col portiere sbaglia lo stop e favorisce il ritorno dei centrali di difesa marchigiani.
Alla mezz'ora calcio di punizione per l'Ascoli senza pretese di Loviso con pallone alle stelle.
Al 38esimo errore di Amenta e conclusione al volo di Zaza con Leali attentissimo ad alzare la sfera in corner.
In pieno recupero cross profondo di Zeytulaev, ottimo il suo impatto sulla gara da subentrato, per l'inserimento di Aquilanti che sparacchia alto da posizione più che privilegiata. Al triplice fischio applausi per il Lanciano, che ai punti avrebbe sicuramente meritato miglior sorte.

TABELLINO

VIRTUS LANCIANO: Leali, Aquilanti, Mammarella, Amenta, Fofana (18'st Zeytulaev), Volpe (32'st Vastola), Pepe (18'st Ceccarelli), Rosania, Falcinelli, Paghera, Di Cecco. A disposizione: Casadei, Minotti, Scrosta, Almici. Allenatore: Gautieri.
ASCOLI: Guarna, Scalise, Faisca, Russo (36'st Capece), Di Donato, Soncin (21'st Feczesin), Zaza (40'st Dramè), Ricci, Loviso, Pasqualini, Peccarisi. A disposizione: Maurantonio, Prestia, Giallombardo, Colomba. Allenatore: Silva.
ARBITRO: Maurizio Ciampi della sezione di Roma 1. Presenti sugli spalti 2mila spettatori con circa 200 sostenitori ospiti. Gara disputata allo stadio Adriatico di Pescara per l'inagibilità del Guido Biondi di Lanciano. 

*** MATCH REPORT