2°Div/B. I due tecnici presentano il derby Celano-Giulianova di domenica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2176

CELANO. Vanno avanti in casa Celano gli allenamenti in vista del derby di domenica al Piccone contro il Giulianova.

Il tecnico Modica per l'occasione dovrà forzatamente rivoluzionare la linea d'attacco priva di Gentili e Falomi, appiedati entrambi per un turno dal giudice sportivo. La squadra, reduce da diverse brutte prestazioni e risultati, cerca contro il Giulianova la gara del riscatto che valorizzi almeno in parte una stagione che non ha più molto da dire in termini di classifica per i celanesi. In settimana la squadra ha ricevuto la visita del patron Ermanno Piccone che ha caricato l'ambiente: col Giulianova voglio vincere perché significherebbe vincere anche la significativa classifica dei derby abruzzesi in questo campionato.

Gli fa eco il tecnico biancazzurro Giacomo Modica: «vogliamo vincere il derby ed anche se l'obiettivo della salvezza è quasi stato raggiunto vogliamo stare tranquilli. Abbiamo un vantaggio abbastanza rassicurante ma la matematica non ancora ci da la certezza della permanenza in seconda divisione».

«Saremmo dei folli» – conclude Modica – «a precipitare in classifica nelle ultime 6 partite dopo aver inanellato diversi buoni risultati prima delle ultime 3 sconfitte consecutive». Per quanto riguarda la formazione, scontato l'utilizzo dell'oramai collaudato 4-3-3. Dal primo minuto spazio tra gli altri a Castellan, Ciolli, Olivieri, Prizio, Bettini e Franchi. Celano-Giulianova verrà diretta da Andrea Merlino della sezione di Udine. Guardalinee: Drago e Sani.

 GIULIANOVA. Settimana tutt'altro che tranquilla in casa Giulianova per il deferimento ricevuto nei giorni scorsa dal sodalizio giallorosso per non aver pagato alcuni emolumenti a tesserati nel periodo ottobre-dicembre 2010. Il Giulianova rischia una penalizzazione da scontare nel campionato in corso o una multa come, in una situazione tutto sommato analoga, ricevuta pochi giorni fa dalla Salernitana, club di prima divisione.

All'orizzonte in ogni caso, lasciando da parte le vicende societarie, c'è il derby di domenica allo stadio Piccone contro il Celano. Per l'occasione il tecnico Di Meo darà fiducia alla stessa formazione che 5 giorni fa ha distrutto 4-1 in casa il Fano. Recuperati al 100% sia Margarita sia Perez, che prenderanno posto senza difficoltà nell'undici titolare. Per il resto verrà riproposto il modulo 4-3-1-2 con Zoppetti in difesa, Della Penna e Croce a centrocampo con Suriano trequartista. L'unica novità dovrebbe essere l'estremo difensore Robertiello in luogo dello squalificato Merletti.

«Contro il Fano abbiamo meritato di vincere sotto tutti i punti di vista» – racconta il tecnico del Giulianova Di Meo – «ma ora la nostra attenzione è tutta rivolta al derby di domenica con il Celano. Voglio vincere, non mi interessa pareggiare».

Il suo arrivo certamente ha rappresentato la rinascita, in fatto di risultati e prestazioni, di un Giulianova relegato fino a quel momenti nei bassifondi della classifica: «quando sono arrivato a Giulianova ho cercato di dare una scossa alla squadra, che è migliorata sotto il profilo tecnico e tattico».

«Ora siamo a buon punto per la salvezza» – conclude Di Meo – «ma non voglio assolutamente che la squadra si rilassi troppo. Vogliamo concludere in maniera estremamente positiva questo campionato, non mi interessano neanche eventuali penalizzazioni».

 Andrea Sacchini  02/04/2011 10.01