SPORT

L’Aquila cerca sponsor per la squadra di rugby

Il progetto di sponsorizzazione avrà durata triennale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4317

L’Aquila cerca sponsor per la squadra di rugby
L’AQUILA. Si chiama “Cuore nero verde 2012-2015” ed è il progetto di sponsorizzazione della squadra L’Aquila Rugby presentato dal Comune de L’Aquila.

La città cerca sponsor (per tre anni) che garantiscano sostegno e continuità alla squadra. Tra quelli che  hanno risposto alla “chiamata”  ci sono il gruppo Iannini, il gruppo Edimo e Di Vincenzo Costruzioni. L’appuntamento con il primo gruppo di imprenditori è fissato per venerdì 27 luglio, alle ore 18.00, presso l’Auditorium Sericchi.
E’ stato il sindaco de L’Aquila Massimo Cialente a presentare, questa mattina, nella sala riunioni del Comune, l’anima, o meglio il cuore del progetto racchiuso in una maglia con un cuore verde sullo sfondo nero ed i nomi dei gruppi imprenditoriali che accetteranno di sottoscrivere una sponsorizzazione.
Si parla di un accordo triennale perché a tre anni sarà la scadenza del progetto sportivo che seguirà, ha detto il primo cittadino, «basato ancora su un nutrito gruppo di giocatori aquilani, attorno al quale costruire una squadra solida e, soprattutto, competitiva».
Cialente ha voluto ringraziare la Carispaq «per il suo ruolo di banca della città molto vicina al club aquilano, il gruppo di venti imprenditori già pronti a sottoscrivere le quote societarie ed il presidente della società Romano Marinelli, con tutto il suo staff, per il grande e difficile lavoro svolto».
Nel corso della conferenza stampa poi, il sindaco ha ricordato l’assegnazione dello stadio di Acquasanta a L’Aquila Calcio e del “Tommaso Fattori” a L’Aquila Rugby così come i lavori per il campo di piazza D’Armi, anch’esso pensato per il rugby.
 
«Abbiamo cercato di fare il massimo per far continuare a vivere questa squadra», ha concluso il presidente Marinelli, «mantenendola nell’eccellenza anche nei momenti più difficili, oggi mi auguro sia finalmente giunto il momento per fare un salto qualitativo verso risultati sempre più ambiziosi».