LANCIANO IN SERIE B

Il Lanciano unica squadra a difendere l'Abruzzo in serie B

Poche novità di mercato per i rossoneri

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1870

Il Lanciano unica squadra a difendere l'Abruzzo in serie B
LANCIANO. Con la promozione in serie A del Pescara e quella in serie B della matricola Lanciano, per la prima volta nella storia l'Abruzzo sarà rappresentato da 2 squadre nelle prime 2 divisioni del campionato.

 Il Lanciano in particolare, promosso per la prima volta nella serie cadetta dopo oltre 90 anni di storia, rappresenterà la nostra regione in giro per l'Italia in un campionato che si preannuncia competitivo ed equilibrato soprattutto per quanto riguarda la corsa salvezza. Via Pescara, Torino, Vicenza e le grandi della serie A che sono transitate almeno una stagione in serie B (Napoli, Genoa, Juventus su tutte, ndr), le grandi piazze sono rappresentate da Verona, Lecce (in attesa del giudizio definitivo della Disciplinare sul calcioscommesse, ndr), Bari, Cesena, Brescia, Livorno e Reggina.
A livello statistico sono 3 le regioni più rappresentate: Emilia Romagna (Cesena, Sassuolo, Modena, ndr), Toscana (Empoli, Livorno, Grosseto, ndr) e Veneto (Verona, Cittadella, Padova, ndr).
A ruota la Calabria con Crotone e Reggina, la Puglia con Lecce e Bari, la Lombardia con Brescia e Varese ed il Piemonte con Pro Vercelli e Novara. Chiudono con una squadra a testa Marche (Ascoli, ndr), Campania (Juve Stabia, ndr), Liguria (Spezia, ndr), Umbria (Ternana, ndr) ed Abruzzo (Virtus Lanciano, ndr).
La lista va detto è del tutto provvisoria in attesa delle decisioni della Commissione Disciplinare sul calcioscommesse. A rischiare grosso è il Lecce, che potrebbe essere retrocesso in Prima Divisione. Anche in Siena, attualmente in serie A, è coinvolto con responsabilità diretta e potrebbe essere retrocesso in serie B con ripescaggio di una tra Verona, Varese, Novara e Cesena nella massima divisione. Anche il format della B a 22 squadre non è al momento una certezza, con la possibilità di un campionato a 21 squadre senza ripescaggi in caso di retrocessione a tavolino del Lecce in Prima Divisione. 


La Virtus Lanciano per rinforzare la propria rosa, in attesa dei rinnovi di Aridità e Volpe su tutti, sta seriamente pensando ad alcuni giocatori in esubero del Pescara. Si segue con particolare interesse il difensore centrale Perrotta e l'esterno d'attacco Soddimo. Difficile invece arrivare a Gessa e Maniero, con quest'ultimo che potrebbe restare in serie A una stagione come centravanti di riserva.
A giorni invece è previsto un incontro con il Sassuolo per discutere le situazioni di Massoni e soprattutto Pavoletti. Entrambi vorrebbero restare almeno un altro anno in Abruzzo, ma sarà decisivo ovviamente l'eventuale accordo tra le 2 società. Nessun passo avanti invece per quanto riguarda Sarno, vicino al rinnovo di contratto, che la Reggina sarebbe anche disposta a lasciare in prestito per un'altra stagione alla Virtus Lanciano.

Andrea Sacchini