PESCARA IN SERIE A

Calcioscommesse: il Pescara dovrà scontare 2 punti di penalizzazione in serie A

La decisione appena emessa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2709

Calcioscommesse: il Pescara dovrà scontare 2 punti di penalizzazione in serie A
ROMA. Il Pescara dovrà scontare 2 punti di penalizzazione in Serie A, mentre la penalità inflitta al Novara in serie B è di 4 punti. E' quanto ha deciso la commissione disciplinare in merito alla vicenda calcioscommesse. La Procura aveva chiesto - 6 al Novara e -2 al Pescara.

Contestualmente i calciatori Mario Cassano, Luigi Sartor, Alessandro Zamperini e Nicola Santoni sono stati squalificati per 5 anni. E' quanto ha deciso la commissione disciplinare in merito alla vicenda calcioscommesse confermando quanto richiesto dalla procura federale.

La Procura Federale ha confermato la penalizzazione di 2 punti al Pescara da scontare nel prossimo campionato di serie A. La disciplinare ha confermato parte delle richieste della Procura Federale e non ha risparmiato il Pescara, difeso dall'avvocato Tortorella, che per il caso Nicco non aveva chiesto alcun patteggiamento. Strada quest'ultima, scelta da diverse società, non perseguita dal club biancazzurro che però verrà penalizzato allo stesso livello di chi è stato coinvolto in più partite ma ha patteggiato.

A questo punto il Pescara farà ricorso e nel processo di appello è possibile che questi 2 punti vengano tolti. Resta l'amaro in bocca però un po' per tutta la situazione, con le società che hanno chiesto il patteggiamento e coinvolte in più gare che hanno ricevuto pena sostanzialmente uguale a chi non ha chiesto il patteggiamento credendo nella propria innocenza. La disciplinare inoltre ha parzialmente ridotto la penalizzazione del Novara da -6 a -4. Riduzione anche per AlbinoLeffe (da -27 a -15, ndr), Reggina (-6 a -4, ndr), Piacenza (da -19 a -11, ndr), Monza (da -6 a -5, ndr) ed Ancona (-10 a -8, ndr). Confermati il -2 al Padova ed il -1 all'Empoli, Ravenna ed Avesa oltre ai 2 punti in meno al Pescara di Stroppa. Solo ammenda per Siena, Sampdoria e Spezia. Tra i tesserati confermata la richiesta di radiazione per Alessandro  Zamperini, Mario Cassano, Luigi Sartor e Nicola Santoni. In totale sono 33 i tesserati condannati, compreso il pescarese Nicco protagonista (vero o presunto tale, ndr) della fallita combine tra Piacenza e Pescara terminata col successo in favore dei biancazzurri.

«Non ci aspettavamo questa decisione» – ha dichiarato il patron del Pescara, Daniele Sebastiani, riguardo la penalizzazione di 2 punti che il Pescara dovrà scontare nel prossimo campionato di serie A per il caso Nicco – «ci aspettavamo di essere prosciolti ma non è stato così. Evidentemente in questa fase dell'inchiesta i giudici hanno voluto dare forza alla versione dell'accusa».
«Noi non siamo affatto spaventati» – continua Sebastiani all'Ansa – «ed arriveremo fino al Coni se ci sarà bisogno. Faremo sicuramente appello perché siamo convinti più di ieri di essere innocenti e di non avere fatto proprio nulla. Abbiamo la coscienza a posto e siamo totalmente estranei a questa vicenda».
«Arriveremo fino all'ultimo grado di giudizio» – conclude il presidente del Pescara – «per dimostrare la nostra estraneità ai fatti».

Andrea Sacchini