TERAMO E GIULIANOVA

Lega-Pro. Con alterne fortune, Teramo e Giulianova preparano il prossimo campionato

Cosa accade in casa delle due società

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1562

Lega-Pro. Con alterne fortune, Teramo e Giulianova preparano il prossimo campionato
TERAMO. A quattro anni di distanza il Teramo al termine di una cavalcata magnifica è tornato in Seconda Divisione. Nel calcio professionistico gli abruzzesi affronteranno avversari di caratura tecnica sicuramente superiore a quelli affrontati in serie D.

Il gruppo però che ha vinto lo scorso campionato e che ha perso soltanto in finale la Poule Scudetto, è perfettamente in grado di affrontare con tranquillità la prossima stagione. Obiettivi ovviamente ancora non definiti, ma il club del patron Campitelli ha tutte le carte in regola per navigare nelle zone medio-alte di classifica. Molto naturalmente dipenderà dalla campagna acquisti e dalla reazione del pubblico teramano che finalmente dopo anni di purgatorio torna a godersi il calcio della Seconda Divisione.
Resta però in stand-by il mercato del diavolo in attesa della definizione più precisa della composizione del prossimo campionato. Possibili infatti riforme sostanziali della quarta serie. Ad ogni modo Teramo vigile sul mercato che ha già messo gli occhi su Luca Bellucci, l'ultimo torneo tra le fila della Vis Pesaro, e Napolano che ha appena concluso un'ottima annata con la maglia della Sambenedettese.
Per quanto riguarda la panchina, appare scontata la conferma del tecnico della promozione: Roberto Cappellacci.
Dopo la fase di prelazione per i vecchi abbonati infine, partirà invece da lunedì la sottoscrizione libera degli abbonamenti per il prossimo campionato. In vendita 2 settori: Tribuna Vip a 400 euro e Curva a 160 euro. 


GIULIANOVA. Situazione non facile per il Giulianova, attanagliato da diverse problematiche in vista della prossima stagione. Qualcosa comunque si muove a livello societario, con l'incontro avvenuto nei giorni scorsi tra il patron Dario D'Agostino, pronto a lasciare, ed alcuni imprenditori campani ed emiliani rappresentati da Adriano Mattiucci.
La situazione però non è di facile risoluzione. Il nuovo gruppo di imprenditori infatti chiede a D'Agostino il pagamento per l'iscrizione al prossimo campionato di Seconda Divisione in attesa di un entrata completa in società a partire dall'anno prossimo. L'attuale patron del Giulianova, dopo alcuni tentennamenti, ora sta valutando anche l'ipotesi di lasciare la carica presidenziale anche in previsione del prossimo campionato con l'obiettivo di salvare il Giulianova. Il club abruzzese infatti rischia il fallimento qualora la proprietà non salderà debiti e simili con Equitalia e con numerosi altri creditori.
Tante le scadenze segnate in rosso sul calendario. Il 25 giugno ci sarà l'udienza fissata dal giudice fallimentare per la questione relativa al pagamento delle bollette del gas metano mai saldate con la Julia Servizi. Poi ovviamente c'è da garantire l'iscrizione al prossimo campionato di Seconda Divisione e nell'eventualità del fallimento l'acquisto del titolo sportivo per iscrivere il Giulianova in serie D o campionato di Eccellenza.
Da risolvere ancora anche la grana stadio, con il Fadini non ancora idoneo ed in sicurezza per ospitare gare di seconda divisione. In attesa di news societarie tutto assolutamente bloccato ovviamente per quanto concerne allenatore e campagna acquisti e cessioni.
Andrea Sacchini