BASKET

Basket, Trieste espugna il Santa Filomena. Domenica nuova gara

69-76 e biancorossi sotto 1-2 nella serie

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1048

Basket, Trieste espugna il Santa Filomena. Domenica nuova gara
CHIETI. L’AcegasAps Trieste si conferma la miglior squadra del campionato nelle gare esterne, espugnando il Pala Santa Filomena 69-76 in gara3 e passando in vantaggio 2-1 nella serie spareggio per la promozione in LegaDue.

Per il morale della BLS Chieti, sempre avanti nei primi tre quarti, è un duro colpo, che i biancorossi dovranno assorbire immediatamente se vogliono perlomeno conquistare la bella.
In avvio la BLS trae subito una grande spinta dal bellissimo clima che si respira nel palasport, scappando sul 15-4 con le triple e gli assist di Gialloreto e Diomede. I canestri di Carra fanno però capire che la partita è tutta da giocare, e il primo quarto si chiude sul 20-12.
Nel secondo periodo gli attacchi faticano tantissimo, restando a digiuno per diversi minuti. A rompere l’impasse ci pensa Rossi con ottime giocate sottocanestro, poi Gialloreto dalla lunga distanza assesta due colpi dei suoi, mentre nella propria metà campo le Furie sono insuperabili: il palazzetto è tutto in piedi al 35-22 dell’intervallo.
La BLS parte a tutta anche nella ripresa, toccando il +18 con Raschi e Rajola. Ma a questo punto qualcosa sembra spegnersi: Carra si prende la sua squadra sulle spalle, e nel momento in cui Rossi deve sedersi in panchina per il terzo fallo i giuliani si rifanno sotto: le triple di Zaccariello valgono il -6, complici i tantissimi errori teatini dalla lunetta. Ferraro approfitta dei quintetti forzatamente molto piccoli schierati da Sorgentone, e a dieci minuti dalla fine è tutto da rifare: 50-48.
Servirebbe una scintilla che riaccenda gli entusiasmi, ma l’attesa è vana. Ferraro con due triple manda per la prima volta avanti l’AcegasAps, che resta fredda nonostante i generosi tentativi di Rossi e Rajola. Lo stesso Rossi e Raschi si vedono fischiare il quarto fallo, la mano di Zaccariello e Ruzzier non trema, ma sono due chirurgici canestri di Bonetta a tagliare le gambe alla BLS, troppo distante nel finale per poter tentare un ultimo assalto. Il 69-76 finale è un boccone amaro, ma la serie non è ancora finita: domenica alle 21, sempre al Pala Santa Filomena, le Furie sono chiamate a sovvertire nuovamente una situazione che sembra disperata.

BLS Chieti – AcegasAps Trieste 69-76 (20-12; 35-22; 50-48)
BLS Chieti: Rajola 14, Diomede 9, Gialloreto 15, Raschi 10, Rossi 18; De Gregorio ne, Iannone 1, Martelli, Di Emidio ne, Porfido 2. All. Sorgentone.
AcegasAps Trieste: Ruzzier 10, Mastrangelo, Moruzzi 11, Ferraro 11, Gandini 3; Zaccariello 15, Bonetta 4, Maganza 4, Carra 18, Urbani ne. All. Dalmasson.
Rimbalzi: Chieti 33 (Rossi 11), Trieste 44 (Zaccariello 10). Assist: Chieti 13 (Rajola, Diomede e Raschi 3), Trieste 11 (Zaccariello 4).