RUGBY

Rugby, per la Gran Sasso niente da fare: Colorno in serie A

I ragazzi di Rotilio ci riproveranno il prossimo anno

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1123

Rugby, per la Gran Sasso niente da fare: Colorno in serie A
L’AQUILA. In un “Fattori” gremito gli aquilani perdono 29 a 23 contro il Colorno Rugby, che viene promosso in serie A.

Niente da fare per l'Edilfrair Gran Sasso, sconfitta a L'Aquila dagli emiliani del Colorno nella finale di ritorno valevole per l'accesso alla Serie A. I ragazzi del coach Rotilio perdono 29 a 23 (4-1) contro gli ospiti e vedono svanire il sogno della promozione in Serie A.
La cronaca. Dopo un botta e risposta di calci piazzati, la prima fase di gioco vede un Colorno aggressivo che approfitta di qualche errore in casa Gran Sasso e va in meta all'undicesimo con Galante (trasformata da Ceresini): 10 a 3. L'Edilfrair prova a reagire ma, dopo un piazzato sbagliato da Marchetti, il primo tempo si conclude con gli ospiti che allungano sul 13 a 3.
La ripresa vede due piazzati di Marchetti (al 1' e al 12') che accorciano le distanze sul 13 a 9 per il Colorno. Dopo un altro piazzato del cecchino Ceresini, finalmente i padroni di casa vanno in meta (di mischia) con il numero 3 Alessio Sacco, riportando il punteggio sul 16 pari.
Ma il Colorno alla mezzora chiude l'incontro e ipoteca la promozione: bella azione veloce di Torelli che schiaccia in meta. Una meta in mischia aquilana al 37' riaccende le speranze dei più di duemila spettatori presenti al “Fattori” ma all'ultimo minuto l'ennesimo piazzato di Ceresini chiude definitivamente i conti e fissa il punteggio finale sul 29 a 23.
«Non abbiamo fatto il nostro solito gioco», afferma un amareggiato Pierpaolo Rotilio, «il risultato parla chiaro, abbiamo cercato di non regalare niente ma oggi loro sono stati più forti».
Della stessa opinione è la presidente Loredana Micheli: «il Colorno ha una mischia strutturata e ci ha messo in difficoltà. Hanno avuto la meglio anche perchè la nostra è una squadra giovane e abbiamo dunque pagato un po' di inesperienza» continua la Micheli «ringraziamo i tantissimi spettatori accorsi allo Stadio».
Ale 13 si è svolta anche la finale della Coppa CAL Under 23 tra Gran Sasso e Frascati. Vittoria per 30 a 8 per il Frascati e trofeo in tasca.
L'Edilfrair, vincitrice del girone 4 del campionato nazionale di Serie B, fallisce dunque l'obiettivo promozione. La presenza di più di duemila persone al “Fattori” danno comunque la conferma che la Gran Sasso è un progetto valido, radicato e rappresenta una bella e sentita realtà cittadina. Arrivederci al prossimo anno.