CALCIO IN SERIE A

Serie B. Altra notte da sogno per il Pescara: 1-0 con la Nocerina

Maniero regala 3 punti e vittoria del campionato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3095

Serie B. Altra notte da sogno per il Pescara: 1-0 con la Nocerina
PESCARA. Un eurogol di Maniero a tempo quasi scaduto regala l'ennesima notte di festa e delirio al Pescara, che al fotofinish supera la Nocerina 1-0 e soprattutto il Torino in classifica.

Gioia e tripudio in campo e sugli spalti, con i biancazzurri premiati a fine partita dal presidente di Lega Abodi che ha consegnato alla squadra la coppa celebrativa dei campioni della serie B. Scene di entusiasmo incontenibile con Zeman, manco a dirlo, il più osannato di tutti e riconosciuto con merito come il principale artefice di questa cavalcata trionfale ed irripetibile.
Con la Nocerina l'ennesima serata perfetta di questa stagione: un mix incredibile di emozioni che hanno pervaso l'Adriatico e l'hanno reso un catino incandescente e colmo di gente ed entusiasmo.
Posta l'ennesima ciliegina sulla torta, una torta già ricca e dolce dopo il 3-1 con la Sampdoria che aveva sancito la promozione in serie A degli abruzzesi.
Tra le tante emozioni della serata, tra cori pro-giocatori e Zeman, la grande gioia per la coppa è anche il giusto premio per un ragazzo (Maniero, ndr) che, come tanti altri in squadra, ha vissuto all'ombra del capocannoniere Immobile e di altri giocatori fuori-categoria per tutto il campionato ma che, con impegno, si è fatto trovare sempre pronto realizzando gol importanti e decisivi come quello di ieri sera con la Nocerina. Tanti giocatori che hanno avuto un minutaggio inferiore ad altri ma che hanno rappresentato la vera forza di questa squadra. Un gruppo dal cuore grande che ha saputo affrontare difficoltà quasi insormontabili, momenti di crisi di risultati e soprattutto lutti, trovando sempre la forza di uscirne fuori con grinta, merito e determinazione. L'intera rosa ha dato sempre dimostrazione di essere unita e di remare dalla stessa parte senza partigianerie o invidie. Questa è la coppa di tutti. La coppa di un Pescara da leggenda che con 26 vittorie ha scritto probabilmente la pagina più bella della propria storia.
Per il Pescara la notte, e che notte, dopo i festeggiamenti in campo e proseguita con l'ennesima festa negli spogliatoi ed a cena. Appuntamento ancora a domani, il pullman partirà alle 16.00 dallo stadio Adriatico, per le celebrazioni finali del Pescara campione ed in serie A. Attesi migliaia di tifosi che affolleranno le vie cittadine per tributare l'ennesimo saluto colmo di gioia ed affetto ad un gruppo di uomini, prima che giocatori e tecnici, che ha fatto impazzire un'intera regione.
Ora toccherà alla società, a partire dal prolungamento del contratto di Zeman fino ad arrivare ai rinforzi per affrontare la prossima massima divisione, non sperperare tutto questo entusiasmo e girarlo a proprio vantaggio come volano per il prossimo futuro. Servirà una programmazione oculata perché è difficile sì avere una Ferrari, ma è molto più difficile mantenerla. In ogni caso ora via libera ancora ai festeggiamenti (come accade ormai da una settimana a questa parte, ndr) perché questa città, dopo vent'anni di attesa, merita di sognare e di non essere svegliata proprio ora...


TABELLINO
PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Brosco, Capuano, Bocchetti; Kone, Verratti, Cascione (17'st Gessa); Sansovini (17'st Caprari), Immobile (30'st Maniero), Insigne. A disposizione: Ragni, Togni, Balzano, Bacchetti. Allenatore: Zeman.
NOCERINA (4-2-3-1): Concetti; Laverone, Rea (34'st Alcibiade), De Franco, Giuliatto; Bruno, Mingazzini; Catania, Farias, Merino (22'st Bolzan); Castaldo (30'st Barusso). A disposizione: Aldegani, Lettieri, Chiavazzo, Parola. Allenatore: Auteri.
ARBITRO: Palazzino della sezione di Ciampino. Presenti sugli spalti oltre 20mila spettatori. Premiati da Abodi, Insigne e Zeman tra i migliori stagionali della cadetteria.
Andrea Sacchini