LEGA-PRO

Lega-Pro. Domani Siracusa-Lanciano e Chieti-Aprilia: caccia alla finale

Due match importanti per le abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2257

Lega-Pro. Domani Siracusa-Lanciano e Chieti-Aprilia: caccia alla finale
LANCIANO. Atmosfera tranquilla in casa Lanciano alla vigilia del decisivo match di domani in casa del Siracusa. In terra siciliana i lancianesi, che puntano dritti alla finale play-off per la conquista del sogno chiamato serie B, avranno a disposizione 2 risultati su 3 per ottenere il passaggio del turno.

A grandi linee il tecnico Carmine Gautieri dovrebbe confermare a grandi linee lo stesso schieramento che domenica scorsa ha superato 1-0 l'undici siciliano. Modulo 4-3-3 con il ballottaggio a 3 davanti per una maglia da titolare tra Sarno, Chiricò e Titone con il primo in leggero vantaggio. Per il resto Aridità in porta; Aquilanti, Massoni, Amenta e Mammarella in difesa; Capece, D'Aversa e Volpe a centrocampo; Sarno, Turchi e Pavoletti a completare il tridente.
«Vogliamo andare in serie B» – commenta il patron del Lanciano, Franco Maio – «ci crediamo e sarebbe il giusto riconoscimento per tutto l'ambiente. Sarà difficile ma questo Lanciano ce la può fare».
Per il Siracusa ha parlato ieri il tecnico Sottil: «nella gara di andata dopo un primo tempo negativo, nella ripresa abbiamo fatto meglio ed abbiamo creato parecchie occasioni per segnare. L'arbitraggio ci ha un po' danneggiati, ma la nostra attenzione è tutta per la gara di ritorno in casa. Siamo fiduciosi di poter ribaltare il risultato».
Ieri ultimo allenamento in Abruzzo e successiva partenza per la Sicilia in aereo. Poi da Catania a Siracusa trasferimento in pullman. Per domani convocati 21 giocatori: i portieri Amabile, Aridità e Casadei; i difensori Amenta, Aquilanti, Mammarella, Massoni, Rosania, Scrosta e Vastola; i centrocampisti Capece, D'Aversa, Novinic, Paghera e Volpe; gli attaccanti Chiricò, Pavoletti, Sarno, Titone, Turchi, Zeytulaev. Siracusa-Lanciano, calcio d'inizio ore 16.00, verrà diretta da Michael Fabbri della sezione di Ravenna. Guardalinee Grillo e Calò.


CHIETI. Grande concentrazione tra le fila del Chieti in vista del ritorno della semifinale play-off per la promozione in prima divisione. Il risultato d'andata, 2-2 ad Aprilia, non lascia dormire sonni tranquilli all'undici teatino, a cui basterà non perdere per accedere alla finale. Poche novità in formazione rispetto la gara di sei giorni fa. Non ci sarà lo squalificato Lacarra mentre giocheranno dal primo minuto Feola, Bigoni, Pepe, Amadio, Del Pinto, Sabbatini ed il gioiellino Fiore.
Quest'ultimo ha messo in guardia i suoi dal pericolo Aprilia: «guai a pensare che siamo già in finale. Dobbiamo vincere senza fare calcoli perché l'Aprilia è una buona squadra ed ai play-off non ci si arriva per puro caso. Dobbiamo scendere in campo con lo stesso spirito dell'andata, che ci ha permesso di agguantare il 2-2 anche in inferiorità numerica».
Conclusione dedicata al suo futuro: «voglio la promozione in prima divisione con la maglia del Chieti, poi vedremo il futuro anche se mi piacerebbe restare con questa maglia in una categoria superiore».
Carico l'ex di turno Vincenzo Vivarini, che siederà sulla panchina dell'Aprilia: «la qualificazione è ancora in bilico e noi ci siamo. Conosco bene il Chieti non solo perché l'ho allenata. È una squadra ben organizzata con ottime individualità. Loro sono micidiali nelle ripartenze e lo hanno dimostrato nella partita d'andata».
«Dopo l'andata il Chieti è favorito» – termina Vivarini – «ma vogliamo ribaltare il pronostico».
Chieti Aprilia, fischio d'inizio ore 16.00 allo stadio Angelini, verrà arbitrata da Francesco Borriello di Mantova. Assistenti: Favia e Fraschetti.
Andrea Sacchini