IL VIDEO

Delfino Pescara. La prossima settimana decisiva per il contratto di Zeman

Il boemo temporeggia: «c'è tempo, ma sto bene a Pescara»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1532

Delfino Pescara. La prossima settimana decisiva per il contratto di Zeman
PESCARA. Atmosfera serena e di grande gioia al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo per il Pescara, che è tornato ieri ad allenarsi in vista della partita con la Nocerina.

Rilassato e soddisfatto ovviamente Zdenek Zeman, che nella consueta conferenza stampa alla ripresa dei lavori ha lodato per l'ennesima volta l'operato dei propri ragazzi, che hanno riportato il Delfino in serie A vent'anni dopo il Pescara di Giovanni Galeone: «sono contento perché siamo riusciti a fare una cosa meravigliosa. Una squadra che ha rappresentato il giusto mix tra giovani ed esperti. È stato un grande gruppo. Numeri alla mano non potevamo far meglio. È una grande soddisfazione per tutti anche la convocazione di tanti ragazzi in nazionale. È stato il giusto premio per tutto il nostro lavoro».
«Molti venivano dalla serie C» – prosegue il tecnico boemo – «e meritano tutti i festeggiamenti che hanno fatto. Il calcio è fatto di motivazioni. I ragazzi ci hanno creduto ed alla fine ce l'hanno fatta».
D'obbligo la domanda sul suo futuro visto che la priorità del club, al momento, è quella di blindare il boemo, vero e grande artefice di questa straordinaria cavalcata verso le massima divisione. Criptico come al solito Zeman: «è ancora presto. Abbiamo ancora un'altra partita da giocare e tutto è rimandato alla prossima settimana. C'è ancora tempo e fin'ora poche squadre hanno annunciato o confermato i propri allenatori. Parlerò quando tutto sarà fatto...».
«Io comunque sto bene a Pescara» – si lascia sfuggire il boemo – «lo dico da tempo ma nessuno sembra ascoltarmi. Ora voglio finire al meglio questo campionato, poi domenica parleremo di altre cose».

IL MERCATO
L'indomani della promozione in serie A, l'entourage di mercato dei biancazzurri è già alla caccia dei primi rinforzi per affrontare al meglio la massima divisione. La priorità, ovviamente, è quella della conferma sulla panchina di Zdenek Zeman, che dovrebbe rimanere a Pescara almeno per un altro anno. La questione, più che sulle cifre e sulla durata del contratto (il boemo si è sempre accordato per un annuale, ndr), è relativa ai progetti della società. Programmi che il patron Daniele Sebastiani fin'ora a parole ha descritto come all'altezza per mantenere la categoria, ma che nelle prossime settimane dovranno per forza di cose essere seguite dai fatti.
La fumata bianca per il prolungamento dell'accordo con il tecnico boemo dovrebbe giungere al massimo nei primi giorni della prossima settimana. Sistemata la questione allenatore si procederà sull'allestimento della rosa che affronterà il campionato 2012/2013. Da valutare caso per caso parecchie situazioni. Innanzitutto la domanda chiave è una sola: i 3 gioielli Insigne, Immobile e Verratti resteranno un altro anno? Almeno il regista dovrebbe giocare anche l'anno prossimo con la maglia biancazzurra. Discorso diverso invece per Insigne, che il Napoli vuole riportare alla base, che vorrebbe restare un'altra stagione per maturare ulteriormente ovviamente allenato da Zeman. Immobile al momento è il caso più spinoso. La volontà del giocatore è chiara, ma altrettanto pare essere quella di Preziosi (presidente del Genoa, ndr) che vorrebbe inserirlo nella rosa del Grifo per l'anno prossimo.
Caprari invece, su indicazione di Zeman, potrebbe essere riscattato per metà dal Pescara.

NOTIZIARIO
Allenamento singolo al mattino ieri per il Pescara, che prepara l'ultima fatica di sabato sera all'Adriatico contro la Nocerina. Il match, importante ai fini solo della classifica dell'undici di Nocera che cerca l'ingresso nei play-out a scapito del Vicenza, sarà l'ennesima festa per la promozione in serie A degli abruzzesi. Le celebrazioni si concluderanno domenica pomeriggio a Piazza Salotto, dove è prevista la festa ufficiale per l'ingresso nella massima divisione a vent'anni da quella conquistata dalla squadra di Giovanni Galeone.
Oggi in mattinata altra seduta di allenamento al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo.

Andrea Sacchini