CALCIO

Lega-Pro. Lanciano e Chieti verso la finale play-off

Domenica il ritorno delle semifinali

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1500

Lega-Pro. Lanciano e Chieti verso la finale play-off
LANCIANO. Giorni di grande attesa quelli che separano i rossoneri dal ritorno delle semifinali di domenica a Siracusa.

Il sogno serie B è possibile ed i frentani hanno tutte le carte in regola per andare avanti nei play-off. Il Lanciano, dopo una buona prestazione complessiva, al Biondi domenica scorsa ha superato i siciliani per 1-0. Un risultato risicato visto e considerato le tante occasioni da gol sciupate dall'undici di Carmine Gautieri, che avrebbe meritato sicuramente un vantaggio più ampio in vista della gara di ritorno. In virtù del miglior piazzamento nella stagione regolare ed il fatto che i gol realizzati in trasferta non valgono doppio in caso di parità, al Siracusa basterà vincere con qualsiasi risultato per accedere alla finale. Al Lanciano però, apparso in buona forma domenica, vanno bene 2 risultati su 3. Un discreto vantaggio con le possibilità di accedere alla finale leggermente superiori al 50%.
«Nella gara di andata è stata una bellissima vittoria» – racconta il tecnico del Lanciano, Carmine Gautieri – «i ragazzi sono stati quasi perfetti ed hanno creato almeno 5 nitide palle gol per il raddoppio. Non abbiamo mai mollato lungo tutto l'arco della partita. Sono davvero soddisfatto dei miei giocatori».
«L'unico vero grande rammarico è il calcio di rigore fallito» – prosegue Gautieri – «ma comunque siamo soddisfatti per la grande prova offerta dalla squadra».
Ora la gara di ritorno difficilissima in Sicilia: «abbiamo preparato bene l'andata, ma ora andiamo a Siracusa e lì sarà tutta un'altra partita. Andiamo ora in Sicilia con la convinzione di potercela fare, giocando come abbiamo sempre fatto fin'ora».
Dello stesso avviso Turchi, autore del gol vittoria nel match dell'andata: «la vittoria è meritatissima per le azioni da gol create. Dispiace per il calcio di rigore sbagliato che avrebbe potuto darci maggiore serenità in vista del match di ritorno».
«Abbiamo preparato al meglio la gara» – conclude il centrocampista Frentano – «anche se nel secondo tempo c'è stato un comprensibile calo fisico da parte nostra. Andiamo a Siracusa a testa alta, con la voglia e la convinzione di poter passare il turno».Nell'altra semifinale play-off, anche il Trapani (1-1, ndr) avrà 2 risultati su 3 a disposizione nella gara di ritorno in casa contro la Cremonese.

CHIETI. Il Chieti ha ripreso ieri gli allenamenti in vista della semifinale di ritorno all'Angelini contro l'Aprilia. Per l'occasione, visto e considerato anche il 2-2 dell'andata, è previsto un buon afflusso di pubblico allo stadio, che cercherà di spingere i neroverdi alla conquista della finale play-off. Ai teatini, forti del miglior piazzamento nella stagione regolare, basterà non perdere.
L'impegno non è certamente proibitivo, ma guai a sottovalutare l'avversario che dispone di buone individualità tecniche e che giungerà in Abruzzo col chiaro intento di far propria la partita.
«L'Aprilia ha fatto un'ottima partita» – esordisce il tecnico del Chieti, Paolucci – «è partita subito forte andando in vantaggio su un nostro errore. Abbiamo reagito ma subito i nostri avversari hanno raddoppiato...».
Poi la grande reazione della squadra: «anche in inferiorità numerica abbiamo tenuto bene il campo meritando a pieno il risultato di pareggio. Sono molto soddisfatto della reazione dei ragazzi all'espulsione, che secondo me è stata un po' troppo frettolosa».
Ora la partita di ritorno all'Angelini: «il discorso qualificazione resta apertissimo. Abbiamo il 50% di possibilità di passare il turno. Sarà una gara difficilissima anche perché Aprilia e Chieti sono 2 squadre che hanno dimostrato di saper molto più attaccare che difendere. Può succedere di tutto».
«Mi piacerebbe però giocare la gara di ritorno in 11 contro 11» – conclude polemico l'allenatore dei teatini – «perché in queste partite secche gli episodi anche arbitrali sono determinanti».
I biglietti della semifinale di ritorno all'Angelini sono già in vendita. I prezzi, decisi dalla Lega e non dal club neroverde, vanno dai 13 euro della Curva Volpi ai 25 della Tribuna Centrale.
Intanto come previsto il giudice sportivo ha appiedato per due turni Lacarra, espulso domenica ad Aprilia, che salterà sicuramente la semifinale di ritorno ed eventualmente la finale d'andata.
Nell'altra semifinale play-off della seconda divisione girone B, per la promozione in prima divisione, la Vigor Lamezia in casa cercherà di ribaltare l'1-0 maturato nella gara d'andata a Pagani.
Andrea Sacchini