SERIE B

Serie B. Il Pescara inarrestabile fa festa anche a Grosseto con un 4 a 2

Secondo posto difeso dagli attacchi di Verona e Sassuolo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2021

Serie B. Il Pescara inarrestabile fa festa anche a Grosseto con un 4 a 2
PESCARA. Il Pescara espugna 4-2 Grosseto e prosegue la propria marcia verso la serie A diretta rispondendo da par suo alle vittorie di Verona e Sassuolo.

Nel primo tempo uno-due micidiale degli ospiti al 33esimo ed al 42esimo rispettivamente con un'autorete dell'ex di turno Alfageme e con Insigne. Nella ripresa gara chiusa all'ottavo ed al 30esimo da Nielsen e Sansovini e doppietta solo per gli annali di Sforzini alla mezz'ora ed all'ultimo minuto di recupero.
Verdetto del campo ineccepibile per i valori tecnici espressi, con il Pescara sempre in completo controllo delle operazioni ed il Grosseto incapace di creare seri grattacapi alla retroguardia abruzzese.
Gara però in avvio difficile per i biancazzurri, decisamente meno pimpanti rispetto le ultime uscite straripanti con Padova, Gubbio e Vicenza. Partita di difficile lettura all'inizio, sbloccata e messa in discesa da un autogol e dall'ennesima magia di Insigne.
Importanti e pesanti le assenze di Verratti ed Immobile, imprescindibili per il gioco degli adriatici, sostituiti rispettivamente da Togni e Maniero che non hanno garantito il primo geometrie in mezzo al campo ed il secondo peso e movimenti in attacco.
Al di là delle assenze il Pescara si è dimostrato nettamente superiore al cospetto di un Grosseto che, ormai salvo, ha fatto poco o nulla per mettere in difficoltà gli uomini di Zeman.
Biancazzurri che, numeri alla mano, rappresentano sempre più la vera e propria corazzata della serie B. Una squadra, splendidamente guidata da Zeman, che è arrivata in condizioni psico-fisiche perfette alla volata decisiva di fine stagione. Il tutto quando all'orizzonte si profila una giornata chiave in ottica promozione, con lo scontro diretto Pescara-Torino di sabato e gli impegni sulla carta agevoli di Verona e Sassuolo.
Inizio di partita difficile per il Pescara, meno brillante e concreto nel creare azione degne di noto. 15 minuti di sbadigli poi la prima occasione è addirittura del Grosseto, con la conclusione dal limite al volo di Sforzini che chiama Anania al grande intervento.
Al 23esimo la prima grande occasione per gli ospiti. Palla in profondità per Maniero che da posizione decentrata quasi a tu per tu con Viotti pasticcia col pallone e favorisce il ripiegamento di un difensore toscano.
Al 33esimo l'episodio che cambia la storia del match. Cross di Balzano dalla destra e sfortunata deviazione di testa dell'ex Alfageme che insacca alle spalle dell'incolpevole Viotti. Deviazione da centravanti consumato del giocatore biancorosso che in sostanza cambia l'equilibrio del match perché il Pescara, avanti di un gol, da qui colpisce con le proprie armi migliori: possesso palla e ripartenze fulminanti.
Al 42esimo il raddoppio degli adriatici. Insigne fa tutto da solo sull'esterno, si accentra e fulmina Viotti con una conclusione a giro.
Nella ripresa all'ottavo il tris è servito da Nielsen, abilissimo a ribadire in rete un tiro-cross di Insigne. Il Grosseto alza bandiera bianca e subisce anche il poker di Sansovini, al quarto gol consecutivo partendo dalla panchina, bravo e fortunato a capitalizzare un bel suggerimento in profondità di Cascione.
Alla mezz'ora il solito, fastidioso, errore arbitrale con il rigore inventato per il Grosseto e soprattutto l'ammonizione pesante per Anania che era diffidato. Dal dischetto conclusione di Sforzini parata in un primo momento dal portiere biancazzurro, che poi non può nulla sulla seconda battuta del 9 grossetano.
All'ultimo minuto di recupero ancora Sforzini fissa il punteggio sul 2-4 finale, con il Pescara già concentrato alla prossima gara.
Il successo in casa del Grosseto mantiene i biancazzurri al secondo posto in classifica, ma porta in eredità 2 probabili defezioni pesanti. Insigne, uscito nel secondo tempo per una botta al ginocchio, verrà valutato attentamente in settimana mentre Anania, ammonito in occasione del rigore inventato dell'1-4, era diffidato e certamente salterà l'incontro di sabato prossimo all'Adriatico contro il Torino.
TABELLINO
GROSSETO (4-4-2): Viotti; Antei, Petras, Olivi, Calderoni; Crimi, Ronaldi, Caridi, Mancino (1'st Sciacca); Alfageme (1'st Misuraca), Sforzini. A disposizione: Narciso, Keko, Curiale, Formiconi, Giallombardo. Allenatore: Ugolotti.
PESCARA (4-3-3): Anania; Balzano, Capuano, Romagnoli, Bocchetti; Togni (11'st Kone), Cascione, Nielsen; Caprari (11'st Sansovini), Insigne (22'st Gessa), Maniero. A disposizione: Cattenari, Zanon, Brosco, Soddimo. Allenatore: Zeman.
ARBITRO: Gallione della sezione di Alessandria.

Andrea Sacchini