CALCIO

Serie B. Pescara inarrestabile: domato 2-0 anche il Gubbio

Biancazzurri ora al secondo posto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1770

Serie B. Pescara inarrestabile: domato 2-0 anche il Gubbio
GUBBIO. Il Pescara annichilisce a livello di gioco il Gubbio ed espugna 2-0 il Barbetti. Le reti tutte nella ripresa. Al 32esimo primo sigillo di Insigne ed al 43esimo il punto del ko di Insigne.

Primo tempo stregato per i biancazzurri, capaci di creare ma non finalizzare una decina di palle gol, almeno la metà delle quali clamorose. Ripresa a ritmi diversi, sempre comunque insostenibili per un Gubbio irretito dal gioco biancazzurro e mai in partita per tutti i 90 minuti, con il Pescara finalmente più concreto sotto porta.
Insigne prima e Sansovini poi spazzano via la flebile resistenza dei padroni di casa e soprattutto la sfortuna, con il Pescara che a fine partita conterà oltre 25 conclusioni verso lo specchio.
Inoltre impressiona nelle ultime 2 partite la solidità del pacchetto arretrato, che anche a Gubbio non ha concesso nulla all'avversario.
I biancazzurri vincono divertendo, giocando un calcio stellare fatto di triangolazioni, inserimenti senza palla dei centrocampisti e tagli degli esterni. Il tutto sapientemente diretto dall'impeccabile regia di Verratti, sempre più leader indiscusso del centrocampo pescarese.
Il calcio è spettacolo, proprio come il modo di vedere e di pensare di Zeman, che sta insegnando calcio ad una realtà, quella pescarese, che dai tempi di Galeone non conosceva risultati incredibili uniti a bel gioco.
Il risultato di tutto ciò è una manovra corale, irripetibile, con un gruppo unito che gioca da squadra, dove ognuno sa cosa fare con o senza il pallone.
Avvio di gara (e resto della partita, ndr) di chiara marca ospite. Biancazzurri vicini al gol già al minuto 4 con una conclusione da buona posizione di Caprari ben parata da Farabbi. Al quarto d'ora è il turno di Cascione che di testa in area non inquadra da solo lo specchio della porta su precisa verticalizzazione di Verratti.
Al 19esimo, dopo un rigore richiesto da Immobile, ci prova ancora Caprari con Farabbi attento. Al 22esimo Cascione, sugli sviluppi di un corner, in mezza girata costringe il portiere eugubino alla grande risposta.
Al 28esimo è la traversa a negare la gioia ad Insigne nel cuore dell'area di rigore. Passa un minuto ed i biancazzurri prendono un altro legno. Caprari dalla distanza centra il palo con un gran sinistro. Al 34esimo la clamorosa palla gol divorata da Insigne, che da zero metri alza un assist bellissimo di Caprari che chiedeva soltanto di essere spinto in rete. La porta del Gubbio sembra stregata e nel finale di tempo si spengono di poco sul fondo o vengono respinte le conclusioni di Insigne, Immobile e Verratti.
Nella ripresa al decimo Pescara vicino al gol con Immobile, la cui conclusione viene deviata da un difensore eugubino. A cavallo del quarto d'ora altre clamorose palle gol per gli ospiti. Prima Caprari di un nulla non inquadra l'angolino basso da favorevolissima posizione, poi Insigne coglie il terzo palo del pomeriggio.
Alla mezz'ora Sansovini, appena entrato, ruba un buon pallone sulla trequarti e di pochissimo spedisce la sfera sul fondo. È il preludio del gol che il numero 9 biancazzurro realizza al minuto 32. Suggerimento di Verratti per la testa di Sansovini e quarto palo della giornata, sulla ribattuta lo stesso attaccante pescarese finalmente insacca.
Al 43esimo, con il Pescara che non ha mai rischiato nulla, il raddoppio di Insigne che su suggerimento di Zanon in area, stoppa il pallone e realizza a tu per tu con Farabbi.
Pescara meraviglioso ed al triplice fischio grande festa sugli spalti dei tantissimi tifosi biancazzurri arrivati a Gubbio. Con questo successo l'undici di Zeman è salito al secondo posto in classifica, ad una lunghezza di vantaggio dalle inseguitrici Sassuolo e Verona. Prossimo appuntamento il primo maggio, alle 15.00, allo stadio Adriatico contro il Vicenza, che oggi è stato battuto 1-0 in casa dalla Nocerina.

TABELLINO
GUBBIO (3-4-1-2): Farabbi; Almici (29'st Buchel), Cottafava, Caracciolo; Benedetti, Mario Rui, Boisfer (19'st Sandreani), Obiora; Guzman (38'st Lofquist); Ciofani, Graffiedi. A disposizione: Marinelli, Briganti, Raggio Garibaldi, Ragatzu. Allenatore: Apolloni.
PESCARA (4-3-3): Anania; Balzano (23'st Zanon), Capuano, Romagnoli, Bocchetti; Verratti, Cascione, Nielsen (40'st Gessa); Caprari (29'st Sansovini), Insigne, Immobile. A disposizione: Cattenari, Soddimo, Brosco, Maniero. Allenatore: Zeman.
ARBITRO: Palazzino della sezione di Ciampino.
Andrea Sacchini