Delfino Pescara. Sebastiani e Zeman: «a Padova vittoria importante e reazione d'orgoglio dei ragazzi»

E sabato col Gubbio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1987

 Delfino Pescara. Sebastiani e Zeman: «a Padova vittoria importante e reazione d'orgoglio dei ragazzi»
PESCARA. Il Pescara prosegue gli allenamenti oggi al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo in vista della seconda trasferta consecutiva a Gubbio.

L'undici di Zeman, il più vincente in serie B della storia biancazzurra con 20 successi in campionato, è reduce dall'esaltante e storico successo per 6-0 ottenuto sul campo del Padova. 3 punti fondamentali in ottica classifica alla luce del mezzo passo falso del Torino a Bari e dei rovesci a sorpresa di Verona e Sassuolo rispettivamente con Crotone e Juve Stabia, che hanno proiettato gli adriatici nuovamente a ridosso delle prime 2 posizioni.
Nella corsa alla serie A diretta tutto è possibile in queste ultime giornate. Solo il Torino, che deve recuperare ben 2 partite, appare al momento nettamente in vantaggio sulle altre 3.
Il Pescara ha dalla sua però il grande entusiasmo generato dal successo di Padova. Un risultato incredibile frutto non di fortuna o di cinismo, considerando l'incredibile numero di azioni da gol create e poi sprecate soprattutto nel primo tempo.
«La vittoria di Padova è stata importantissima per il morale oltreché per la classifica» – soddisfatto il patron biancazzurro Daniele Sebastiani – «dopo un periodo pieno di disavventure di ogni genere per noi. Una vittoria importante dopo che ultimamente in campo non arrivavano risultati. Il Pescara non ha mai smesso di giocare».
«Mi aspettavo una grande prova del Pescara» – conclude Sebastiani – «ed una grande reazione d'orgoglio della squadra. Certo non mi aspettavo un 6-0, ma in questa settimana siamo stati vicini ai giocatori che hanno reagito davvero alla grande a tutta una serie di situazioni accadute nell'ultimo periodo».

PAROLA A ZDENEK ZEMAN
«La grande prestazione di Padova» – racconta Zeman – «ci da la consapevolezza di potercela giocare alla pari con tutte fino alla fine di questo campionato. Siamo una buona squadra e dobbiamo cercare di fare il meglio possibile ogni gara pensando partita per partita».
«Per il Pescara decisamente un'ottima prova» – va avanti Zeman – «anche se abbiamo faticato tantissimo per ottenere il risultato e per il come l'abbiamo ottenuto. Per noi era importante tornare alla vittoria e cancellare l'ultima serie di sconfitte. Abbiamo fatto bene, propositivi sin dal primo tempo ed abbiamo imposto il nostro modo di vedere il calcio».
Il Pescara era reduce da 3 sconfitte consecutive, ma per Zeman la vera crisi non è mai arrivata: «abbiamo sempre giocato in questo modo, anche se i risultati ultimamente non erano venuti. Siamo stati sfortunati a volte come contro il Bari. Abbiamo sbagliato tanti gol in altre partite e siamo stati danneggiati da alcuni arbitraggi. È chiaro che quelli sono punti che pesano in ottica classifica».
«La vittoria di Padova è sicuramente dedicata a Mancini che non c'è più» – conclude commosso il tecnico boemo – «perché ha lavorato tantissimo in questi mesi e si sarebbe divertito anche lui vedendo ripagato in questo modo il suo lavoro...».
Andrea Sacchini