SERIE BWIN

Pescara-Brescia, la squadra pensa a lunedì dopo i tre punti al Torino

Per Sebastiani: «decisione incredibile a 3 mesi dalla partita»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3654

Pescara-Brescia, la squadra pensa a lunedì dopo i tre punti al Torino
PESCARA. «Non contesto la decisione del 3-0 a tavolino perché il regolamento è chiaro».

Non si è fatta attendere la prima piccata reazione della Delfino Pescara riguardo la decisione del giudice sportivo di assegnare 3 punti a tavolino al Torino per il black out dello stadio Euganeo dello scorso 3 dicembre. I granata, con questo “successo”, hanno scavalcato proprio gli abruzzesi che neanche una settimana fa dopo la vittoria a Cittadella festeggiavano il primo posto in solitaria in classifica. Il tutto, ovviamente, in attesa della discussione sul ricorso che verrà presentato dal Padova.
Per il presidente Daniele Sebastiani «questa cosa doveva essere decisa prima non a 3 mesi dalla gara. Siamo nella fase cruciale del campionato e non si possono modificare così con leggerezza le classifiche, anche perché ora il Padova farà ricorso e la classifica resterà in bilico fino alla fine».
«In ogni caso il Pescara deve pensare a fare il proprio campionato» – conclude il patron biancazzurro – «senza guardare quello che succede in casa di altri. Certo è incredibile che squadra che spendono milioni di euro per comprare calciatori e tecnici, poi rischino di perdere a tavolino per un black-out elettrico. Occorrono stadi nuovi e di proprietà».
La squadra intanto continua la preparazione in vista del fondamentale match di lunedì sera all'Adriatico contro il Brescia. Ieri amichevole del giovedì allo stadio Comunale di Città Sant'Angelo contro l'Angolana, conclusasi con l'affermazione dei biancazzurri per 2-0. Reti di Immobile nel primo tempo e Maniero nella ripresa. Il tecnico Zdenek Zeman ha mischiato le carte, nascondendo la possibile formazione titolare che lunedì affronterà il Brescia. Formazione che però, a meno di clamorose sorprese, sarà la stessa che ha battuto nell'ordine Sassuolo, Juve Stabia e Cittadella.
Nel primo tempo il Pescara è sceso in campo con Anania tra i pali; Balzano, Romagnoli, Bocchetti e Martin in difesa; Nielsen, Togni, Cascione a centrocampo; Soddimo, Immobile ed Insigne davanti.
Nella ripresa spazio a Ragni in porta; Zanon, Perrotta, Capuano e Bocchetti dietro; Gessa, Verratti e Kone nel mezzo; Sansovini, Maniero e Soddimo di punta con Brosco e Cracco che hanno fatto il loro ingresso in campo in corso d'opera. Pienamente recuperati per la gara con le rondinelle dunque sia Anania sia Brosco. Ancora out Caprari. In prova il giovane brasiliano classe 1988 Fabio Cracco, che ha giocato qualche minuto contro l'Angolana. Oggi doppia seduta di allenamento al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo. Infine per il Brescia venduti oltre 10mila biglietti, che con i quasi 3mila abbonati fanno quota 13mila. Vicino dunque il tutto esaurito a ben 3 giorni dalla partita.
Andrea Sacchini