CALCIO

Zeman: «sorpreso dal Torino, ma io guardo solo al Pescara»

Per il Brescia recuperato Anania

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3761

Zeman: «sorpreso dal Torino, ma io guardo solo al Pescara»
PESCARA. Ripresa degli allenamenti ieri al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo per il Pescara, che prepara il posticipo di lunedì sera all'Adriatico contro il Brescia. Lavoro aerobico per Brosco, Caprari ed Anania. Nessun problema in particolare per il portiere, che si è allenato in gruppo e sembra aver recuperato dai problemi muscolari patiti negli ultimi minuti a Cittadella.

La squadra viene dal successo sofferto per 2-1 ottenuto in terra veneta. Una partita che, dopo le affermazioni con Sassuolo e Juve Stabia, ha confermato il momento di grazia e di fortuna di questo Pescara, capace di vincere soffrendo e lottando anche in giornate tutt'altro che esaltanti dal punto di vista del gioco. L'essere cinici e capaci di finalizzare le poche occasioni da gol create è una caratteristica essenziale per le grandi squadre che vogliono raggiungere traguardi di vertice. Il Pescara di Zeman, da questo punto di vista, ha dimostrato di aver raggiunto la maturità necessaria per reggere fino alla fine nei primi 2 posti della classifica.
«Nessuno si aspettava una sconfitta del genere» – racconta Zdenek Zeman riferendosi al pesante 1-4 subito in casa dal Torino col Verona – «ma è chiaro che partite storte capitano a tutti. Sono successe anche al Pescara quindi tutto normale. Noi dobbiamo fare il nostro campionato senza guardare gli avversari».
Il Pescara dunque grazie ai risultati giunti dagli altri campi è primo in solitario...: «sono contento del primo posto. Ora mancano 12 partite nelle quali dovremo fare più punti possibili e cercare di mantenere questo ritmo. Non faccio nessuna tabella di marcia, guardo partita per partita».
«Ci sono al momento 5 squadre che lottano per i primi 2 posti» – va avanti il tecnico boemo – «poi si vedrà chi delle 5 farà più punti. Mi auguro sia il Pescara».
Nelle ultime settimane Zdnek Zeman, squalifiche a parte, ha schierato sempre lo stesso undici, seguendo la logica della “squadra che vince non si cambia”: «se la squadra sta facendo bene non vedo motivi per cambiare al momento, infortuni e squalifiche a parte. Nelle ultime 10 partite questa squadra ha fatto 25 punti».
Lunedì all'Adriatico arriva il Brescia, reduce dalla sconfitta interna col Padova: «ultima sconfitta a parte il Brescia veniva da una lunga serie di risultati utili. Verrà qui sicuramente per fare la propria partita anche se giocano a 5 dietro».
«Giocano bene e sarà una partita difficile» – conclude Zeman – «ma del resto come lo sono tutte. È una squadra giovane che dopo aver perso parecchie partite di fila nelle ultime settimane si è aggiustata».
Intanto sale l'entusiasmo e l'attesa per la partita di lunedì col Brescia. Già venduti nel giro di 2 giorni circa 5mila biglietti, che vanno ad aggiungersi ai quasi 3mila abbonati. Con ogni probabilità ancora una volta verrà battuto il record di presenze che risale al match di sabato scorso all'Adriatico contro il Sassuolo. D'altronde, dopo i passi falsi di Torino e Sassuolo nell'ultimo turno di campionato, i 3 punti col Brescia rappresentano un'altra grande occasioni per scavare un ulteriore solco con la terza e quarta in classifica.
Oggi per la squadra doppia seduta di allenamento. Mattina e pomeriggio sempre al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo. Domani pomeriggio invece amichevole allo stadio Comunale di Città Sant'Angelo contro l'Angolana.
Andrea Sacchini