CALCIO

Delfino Pescara. Zeman: «con lo Stabia prestazione di carattere»

Il presidente: «vogliamo la serie A»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1800

  Delfino Pescara. Zeman: «con lo Stabia prestazione di carattere»
PESCARA. Entusiasmo alle stelle in casa Pescara dopo il successo di martedì nel recupero contro la Juve Stabia. I biancazzurri, che ora distano soltanto un punto dalla testa della classifica, hanno soprattutto 3 punti di vantaggio sul Sassuolo terzo.

Il tutto alla vigilia di una partita difficile, ma sicuramente alla portata degli uomini di Zdenek Zeman, sul campo del Cittadella.
Con la Juve Stabia il Pescara ha messo in mostra cuore, grinta e soprattutto solidità difensiva. La stessa che sicuramente è mancata nell'ordine con AlbinoLeffe, Reggina e Sassuolo.
Nel complesso con i gialloneri c'è ben poco da imputare alla prestazione degli abruzzesi. Prova che ha soddisfatto pienamente anche un sempre equilibrato Zdenek Zeman: «sono contento soprattutto perché era difficile giocare su di un campo simile. La squadra ha dimostrato di avere tanto carattere ed è stata la cosa più positiva della partita. Certo c'è ancora da lavorare e da migliorare soprattutto nelle ripartenze, ma ripeto sono contento del carattere che hanno dimostrato in campo i ragazzi».
«L'importante è aver vinto anche oggi» – conlude Zeman – «la classifica è buona ma manca ancora tanto. Scendiamo in campo sempre per fare il nostro meglio senza fare conti. Un po' tutti sanno della presenza in campionato di questo Pescara ed è una grande soddisfazione...».
«Abbiamo giocato bene su di un campo reso pesantissimo dalla pioggia» – racconta invece il presidente Daniele Sebastiani – «la vittoria è assolutamente meritata. Abbiamo affrontato una squadra che si è difesa bene, che ci ha lasciato pochi spazi».
«Ora non possiamo proprio nasconderci» – conclude il presidente biancazzurro – «dobbiamo puntare alla serie A diretta. Siamo pronti ed in corsa, non possiamo tirarci indietro anche perché abbiamo tutte le carte in regola per arrivare nei primi 2 posti...».
Andrea Sacchini