ROCCARASO

Alberto Tomba inaugura domani i mondiali juniores di sci alpino

Tutto pronto per la manifestazione sportiva finanziata anche con i fondi Fas

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2428

Amicone, Carrtù, Di Donato

Amicone, Carrtù, Di Donato

ROCCARASO. Alberto Tomba sarà presente all’inaugurazione dei Mondiali juniores di Roccaraso e poi giovedì metterà gli sci per la gioia di turisti e sciatori che affolleranno le piste di gara.

L’annuncio è stato dato nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento che si è tenuta nella sala giunta "Antonella Andreassi" della Regione Abruzzo alla presenza del Presidente Gianni Chiodi, dell’assessore regionale al Turismo Mauro Di Dalmazio, del Presidente del Comitato organizzatore di Roccaraso 2012 Alessandro Amicone, del sindaco della cittadina montana, Francesco Di Donato, del Presidente della Comunità montana, Vincenzo Patitucci, del segretario generale della Fisi, Fausto Cartasegna e della madrina della manifestazione sportiva, Chiara Carratù.
«Alberto Tomba è legatissimo al nostro territorio perchè qui vinse i Campionati italiani assoluti nel 1994», spiega il sindaco Francesco Di Donato che, in quella gara, era al cancelletto di partenza. «Per noi è la ciliegina sulla torta», aggiunge il Presidente del Comitato organizzatore, Alessandro Amicone. «Siamo emozionati per la sua decisione che ci inorgoglisce profondamente e che, ne sono sicuro, rilancerà ancora di più il nostro territorio».
Soddisfatto il Presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi:«L’evento», dice, «è stato reso possibile grazie all’assegnazione dei fondi Fas che ha visto premiata la nostra comunità unica in Italia. Tuttavia il nostro impegno», continua Chiodi, «non terminerà con lo spegnimento della fiaccola. Noi vogliamo che i Mondiali siano per Roccaraso e l’Abruzzo il volano per un definitivo rilancio turistico. Il nostro obiettivo è quello di fare sistema mettendo insieme le eccellenze della Regione».
A tal proposito, la madrina della manifestazione, Chiara Carratù ha spiegato come le piste dove si svolgeranno i Mondiali non hanno nulla da invidiare alla stragrande maggioranza delle località del Nord: «Sono cresciuta su questa neve», dice la napoletana Carratù, «e proprio qui domani rimetterò gli sci, anche se solo da turista, dopo il grave infortunio che mi ha colpito due mesi fa. Farò comunque il tifo per gli azzurri che, ne sono certa, si faranno onore».
I fondi Fas lasceranno anche «benefici strutturali al territorio».
«Penso ad esempio», afferma Vincenzo Patitucci, Presidente della Comunità montana dell’Alto Sangro, «al nuovo impianto di innevamento artificiale, il primo in Europa, costruito con condotte e cablaggi ad oltre 2000 metri».