CALCIO

L’onorevole Scelli pronto a lasciare la presidenza del Sulmona

In arrivo una cordata di imprenditori

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3598

Maurizio Scelli

Maurizio Scelli

SULMONA. L'onorevole Maurizio Scelli, presidente del Sulmona Calcio, ha dato la propria disponibilità a rimettere il mandato in previsione dell'acquisto della società da parte di un gruppo di imprenditori.

Il nuovo sodalizio, oltre a rilevare la società, si farà carico della costruzione del nuovo stadio. La notizia arriva dallo stesso Scelli che tra le altre cose ha lamentato problemi circa l’erogazione degli stipendi. «Il ritardo nel pagamento di due mensilità ai giocatori», ha spiegato il deputato, «è derivato da rallentamenti burocratici incontrati dal gruppo di imprenditori che già nel dicembre scorso avrebbero dovuto rilevare il Sulmona Calcio». L'onorevole non era presente alla riunione tenutasi ieri a Sulmona poichè impegnato in Commissione giustizia per il provvedimento che permetterà di salvare i piccoli tribunali abruzzesi di Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto. «Domani (oggi per chi legge, ndr) il governo Monti porrà la fiducia sul decreto salva tribunali - aggiunge Scelli - e mi sembra un buon risultato. Se poi qualcuno a Sulmona vuole che indossi pure maglia e pantaloncini per entrare in campo e giocare i 90 minuti - conclude ironicamente il parlamentare del Pdl - non c'è che da chiederlo».
Nei mesi scorsi era stato annunciato da parte del sindaco Fabio Federico la costruzione del nuovo stadio nell’area di via XXV Aprile a fianco del Palazzetto dello sport, dove sorge l'attuale campo sportivo Mezzetti. L'annuncio era seguito alla firma di una delibera di indirizzo. Alla cerimonia di presentazione che si tenne nell'aula consiliare del Comune oltre al sindaco era presente l'intera rosa dei giocatori e tutto lo staff tecnico e dirigenziale oltre al «presidente traghettatore», così come si definì, l'onorevole Maurizio Scelli.
In quella occasione Scelli sottolineò lo sforzo fatto per allestire la squadra che tra gli altri annovera l'ex calciatore di Serie A che ha militato nella Juventus, nel Torino e nel Pescara, Fabrizio Cammarata. Era presente anche il direttore generale Ivano Bonetti.