CALCIO

2°Div/B. Solo pari per L'Aquila che fa 2-2 con l'Arzanese

Secondo posto conservato per un punto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1522

2°Div/B. Solo pari per L'Aquila che fa 2-2 con l'Arzanese
L'AQUILA. L'Aquila calcio non va oltre il 2-2 casalingo con l'Arzanese e getta alle ortiche una preziosa opportunità di allungare in classifica sulla terza posizione.

L'AQUILA. L'Aquila calcio non va oltre il 2-2 casalingo con l'Arzanese e getta alle ortiche una preziosa opportunità di allungare in classifica sulla terza posizione. Nel primo tempo gol de L'Aquila al settimo minuto e 17esimo rispettivamente con Improta e Capparella e gol degli ospiti al 45esimo con Incoronato. Ancora Incoronato nella ripresa al 20esimo ha fissato il punteggio sul 2-2.
Tanti rimpianti per gli uomini di Ianni, espulso tra l'altro a fine primo tempo, avanti 2-0 quasi allo scadere della prima frazione di gioco ed incapaci di amministrare il doppio vantaggio. 2 punti persi per gli aquilani, che dopo la mezz'ora del primo tempo hanno inspiegabilmente tirato i remi in barca ed hanno dato il là alla rimonta dell'Arzanese. Campani che hanno avuto il merito di non mollare e di capitalizzare al massimo le disattenzioni difensive ed i cali di concentrazione dei padroni di casa.
L'Aquila, tra l'altro, che si è fatta riacciuffare sul 2-2 nonostante l'inferiorità numerica dell'Arzanese per tutto il secondo tempo. Rossoblù in dieci, poi, dal quarto d'ora del secondo tempo per rosso a Ruggiero.
Primo tempo gradevole e pieno di capovolgimenti di fronte. Ripresa scialba e nervosa con pochissime azioni da gol. Da censurare poi ciò che è successo al termine del primo tempo, con una rissa che ha coinvolto i tesserati delle 2 squadre. A farne le spese i due allenatori, Ianni e Fabiani ed un giocatore ospite, Tarascio, tutti e 3 espulsi dall'arbitro.
In avvio subito L'Aquila pericolosa con un colpo di testa di Improta da buona posizione con pallone di poco sul fondo. Al settimo i rossublù passano in vantaggio. Ancora Improta, questa volta dal limite, col destro insacca dopo una conclusione di prima intenzione.
Al 17esimo L'Aquila raddoppia. Dalla lunga distanza gran botta di Capparella che trova la deviazione di un giocatore arzanese e termina la propria corsa nel sacco.
Al 40esimo prima occasione per gli ospiti con Incoronato, che dai 25 metri non inquadra di poco lo specchio della porta. Al minuto 45 l'Arzanese accorcia le distanze. Sugli sviluppi di un calcio di punizione da posizione decentrata la difesa aquilana si addormenta ed Incoronato, libero da marcature, insacca alle spalle di Testa. Al duplice fischio rissa in campo con le espulsioni di mister Fabiano e Ianni e del centrocampista arzanese Tarascio.
Ripresa tutt'altro che spettacolare e L'Aquila incapace di chiudere l'incontro nonostante il vantaggio anche numerico. Al quarto d'ora poi anche l'arbitro Petroni di Roma ci mette del suo sventolando il rosso a Ruggiero per un fallo veniale.
La nuova parità numerica carica l'Arzanese, che perviene al pareggio al minuto 20 sull'ennesima disattenzione della retroguardia rossoblù su calcio piazzato. Sugli sviluppi di un corner colpo di testa vincente ancora di Incoronato, sicuramente il migliore dei suoi.
Trovato il pari l'Arzanese si accontenta e L'Aquila, eccezion fatta qualche innocuo lancio lungo alla ricerca delle punte, non trova la forza per ritrovare il vantaggio.
Con questo punto L'Aquila è salita a quota 48 in classifica, a meno 5 dal Perugia e soprattutto ad una lunghezza di vantaggio dalla Vigor Lamezia terza forza del torneo. Domenica prossima all'Angelini il derby col Chieti, partita fondamentale in ottica promozione.

TABELLINO

L'AQUILA (4-3-3): Testa; Garaffoni, Ruggiero, Simoncini, Calvarese; Agnello, Carcione, Capparella (33'st Cunzi); Giglio (42'st Colussi), Piccioni, Improta. A disposizione: Modesti, Leone, Perfetti, Pianese, Battistelli. Allenatore: Ianni.
ARZANESE (4-5-1): Flory; Caso, Salvati, Riccio (9'st Castellano), Nocerino; Tarascio, Gori, Manzo, Improta (16'st Mascolo), Sandomenico (25'st Esposito); Incoronato. A disposizione: Parisi, Perna, Tenneriello, Fragiello. Allenatore: Fabiano.
ARBITRO: Petroni della sezione di Roma 1. Presenti sugli spalti circa mille spettatori.

Andrea Sacchini