CALCIO

Serie B. Pescara siderale: 3-1 con il Modena

Prosegue il sogno serie A per l'undici di Zeman

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3172

 Serie B. Pescara siderale: 3-1 con il Modena
PESCARA. Il Pescara batte 3-1 il Modena all'Adriatico e per una notte, dopo oltre diciotto anni di attesa, è capolista di serie B.

PESCARA. Il Pescara batte 3-1 il Modena all'Adriatico e per una notte, dopo oltre diciotto anni di attesa, è capolista di serie B.

Nel primo tempo uno-due micidiale degli adriatici al 12esimo ed al 19esimo rispettivamente con Immobile e Sansovini e rete di Di Gennaro per il Modena al minuto 42. Nella ripresa il punto del definitivo 3-1 è una gemma di Insigne all'undicesimo.
Sogna ad occhi aperti la serie A il pubblico dello stadio Adriatico, che dai tempi di Galeone non si emozionava così davanti ad 11 giocatori e ad un allenatore che ora sono il vanto e l'orgoglio dei colori biancazzurri.
Vittoria sacrosanta per quanto visto in campo, con il Pescara sempre in pieno controllo del match ed il Modena incapace di creare pericoli con azioni palla a terra.
Prosegue dunque il sogno serie A per i ragazzi di Zdenek Zeman, che a tratti hanno praticato un calcio stellare fatto di passaggi di prima, cambi di fronte continui e verticalizzazioni ficcanti e precise verso le punte. Nulla da fare per il Modena, frastornato da tanta tecnica ed aggressività, praticamente mai in partita e assolutamente incapace di prendere le contromisure adatte.
Ormai il calcio zemaniano è una filosofia che diverte, convince e soprattutto vince e diverte. Un connubio perfetto che per l'ennesima volta ha mandato in visibilio i 15mila dell'Adriatico, che hanno sfidato il freddo di una tipica serata polare invernale per assistere ad uno spettacolo unico nel palcoscenico calcistico italiano.
Difesa, centrocampo e attacco sembrano muoversi all'unisono, dando l'incredibile effetto di un giocattolo quasi perfetto che si sente prigioniero in una categoria che sembra non appartenerle affatto. Il campionato è ancora lungo, ma ciò che davvero impressiona è la sensazione di superiorità dei biancazzurri in certi frangenti dell'incontro.
Riguardo ai singoli, senza dare i voti al tridente offensivo per manifesta superiorità, preziosa la regia di Marco Verratti, che a grazie anche a Zeman sta trovando maturità e sempre più continuità. Piacevole conferma la prestazione di Nielsen, che da qui in avanti potrà ritagliarsi spazi importanti. Instancabili sugli esterni Zanon e Balzano, precisi nei cross e puntualissimi nelle sovrapposizioni e tagli nel mezzo.
Avvio di gara di chiara marca biancazzurra, con gli ospiti attenti soltanto alla fase difensiva. Dopo i primi 10 minuti di studio, con il Pescara sempre in possesso del pallone alla ricerca del varco giusto, al 12esimo il risultato si sblocca. Azione spettacolare corale per i ragazzi di Zeman. Dalla sinistra cross col contagiri di Balzano per la testa di Immobile che all'altezza dell'area piccola insacca. 16Esimo gol per il capocannoniere dell'attuale campionato.
Cinque minuti dopo Balzano, in grande spolvero, dalla distanza impegna il portiere Caglioni che alza in corner. Sugli sviluppi dello stesso Immobile da 2 passi, disturbato però da un avversario, non trova il tempo per la battuta a rete.
Al 19esimo il gol del 2-0 conclude 20 minuti di calcio spettacolo del Pescara. Sansovini finalizza di testa a porta sguarnita una grande azione di Cascione che pesca in area Zanon, che di testa chiama il numero 9 adriatico al più facile dei gol.
Dopo una conclusione sfortunata di Insigne dalla distanza, alla mezz'ora il primo pericolo creato dal Modena. Direttamente su calcio piazzato Di Gennaro trova impreparato Anania che respinge centralmente. Sulla ribattuta è monumentale Capuano che libera l'area dall'intervento ormai a botta sicura di Ardemagni.
Al 40esimo Cascione trova il corridoio giusto per l'inserimento nel mezzo di Immobile che cincischia solo davanti a Caglioni.
A sorpresa al 42esimo la rete degli ospiti è un gioiello di Di Gennaro, che da posizione decentrata supera 3 avversari in dribbling e davanti ad Anania non sbaglia.
Nella ripresa il Modena tenta una minima reazione, subito frustrata all'undicesimo dalla perla di Insigne che fissa il risultato sul 3-1. Dai 25 metri grande conclusione a giro che si insacca all'incrocio dei pali.
Ultimi minuti tutt'altro che in apnea per il Pescara, che in più occasioni sfiora addirittura il poker. Alla mezz'ora giocata micidiale Immobile-Insigne con conclusione troppo centrale di quest'ultimo solo davanti al portiere gialloblù. Prima del triplice fischio punizione a 2 in area del Modena con Togni che centra la barriera. Per il Modena da segnalare una conclusione dalla lunga distanza di Petre con palla sul fondo al minuto 23.
Con questo successo il Pescara, in attesa dei risultati di Torino e Sassuolo, sale in vetta alla classifica di serie B. Martedì si torna in campo nel turno infrasettimanale, con i biancazzurri di scena a Crotone.

TABELLINO

PESCARA (4-3-3): Anania; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Nielsen (17'st Kone), Cascione, Verratti (30'st Togni); Insigne, Sansovini (17'st Soddimo), Immobile. A disposizione: Cattenari, Petterini, Brosco, Maniero. Allenatore: Zeman.
MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Milani, Perna, Carini, Rullo (4'pt Bassoli); Ciaramitaro (33'st De Vitis), Petre, Signori; Di Gennaro; Ardemagni, Greco (15'st Nardini). A disposizione: Guardalben, Dalla Bona, Carraro, Perticone. Allenatore: Cuttone.
ARBITRO: Palazzino della sezione di Ciampino. Presenti sugli spalti circa 14mila spettatori.

Andrea Sacchini