CALCIO

Serie B. Stasera all'Adriatico, Pescara-Modena vale il primato in classifica

Capuano: «sarebbe un sogno»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2453

 Serie B. Stasera all'Adriatico, Pescara-Modena vale il primato in classifica
PESCARA. Stasera all'Adriatico (ore 21.00, ndr) appuntamento con la storia per il Pescara, che in caso di vittoria, anche se solo per una notte, si ritroverebbe da solo in testa alla classifica di serie B dopo vent'anni.

PESCARA. Stasera all'Adriatico (ore 21.00, ndr) appuntamento con la storia per il Pescara, che in caso di vittoria, anche se solo per una notte, si ritroverebbe da solo in testa alla classifica di serie B dopo vent'anni.
L'undici di Zdenek Zeman, reduce da 4 vittorie consecutive, ospita in casa quel Modena che ad inizio campionato inflisse, anche se immeritatamente a causa degli errori arbitrali di Viti, la prima sconfitta stagionale ai biancazzurri.
Da allora sono cambiate tante cose e molta acqua è passata sotto ai ponti. Zeman nelle dichiarazioni della vigilia ha sottolineato le insidie del match e di un avversario che sicuramente è più forte di quello affrontato a settembre. Diverso però è anche questo Pescara, che continuamente vede crescere autostima ed entusiasmo ad ogni buon risultato e prestazione, con il credo di gioco e gli schemi zemaniani sempre più insiti nei giocatori biancazzurri che vanno in campo di volta in volta.
Sampdoria, Nocerina, Verona ed Empoli. Tutti successi convincenti ed ora tutti spingono per la quinta meraviglia consecutiva.
«Sarebbe un sogno essere primi in classifica in serie B, anche se solo per una notte in attesa di Torino e Sassuolo» – esordisce Marco Capuano – «è una partita difficile loro vengono da un'ottima striscia di risultati. Nell'ultimo turno hanno vinto a Bari e con il cambio dell'allenatore sembra abbiano trovato ritmo. Noi daremo il massimo questo è certo».
«Stiamo attraversando un grande periodo» – conclude il centrale pescarese – «tutto dipende anche dall'autostima che in noi cresce e dalla tranquillità. Giochiamo bene e ci divertiamo e vogliamo prolungare il più possibile questo momento magico».
Per quanto riguarda il mercato, definito il passaggio in biancazzurro di Ragni come secondo di Anania, si attende solo l'arrivo a Pescara di Caprari, che dovrebbe avvenire oggi o al massimo domani. Ieri 4 operazioni minori in uscita per il sodalizio adriatico. Passano al Pergocrema, società di prima divisione, Prisco, Matarazzo, Corsi e Fruci. Tutti a titolo definitivo. A questo punto, riguardo le dismissioni, resta da sistemare il solo Ariatti, che non ha richieste al momento e che difficilmente andrà via da Pescara considerato il suo elevato ingaggio.

PESCARA-MODENA, LE FORMAZIONI
Zdenek Zeman si affida al collaudatissimo 4-3-3. Le novità principali sono Zanon ed Immobile, che ad Empoli hanno scontato il turno di squalifica. Ritorno dal primo minuto anche per Sansovini sull'esterno d'attacco in luogo di Soddimo. Rebus invece a centrocampo, dove il tecnico boemo potrebbe scegliere Togni al posto di Verratti e Kone in luogo di Nielsen. L'unico certo del posto è Cascione. Per il resto, in difesa Zanon e Balzano sugli esterni con Romagnoli e Capuano coppia centrale. A centrocampo trio composto da Verratti, Nielsen e Cascione. In avanti spazio al tridente formato da Insigne, Sansovini ed Immobile.
Per quanto riguarda il Modena invece, mister Agatino Cuttone dovrebbe optare per un 4-4-2 classico. Gli unici dubbi riguardano l'impiego di Signori o Dalla Bona con il secondo leggermente favorito e l'utilizzo di Ardemagni, in vantaggio, o Greco. Per il resto: Milani, Carini, Perna e Rullo in difesa a protezione della porta di Caglioni. A centrocampo Nardini, Petre, Dalla Bona e Ciaramitaro. In avanti spazio al tandem Di Gennaro-Ardemagni.
Pescara-Modena verrà diretta da Palazzino della sezione di Ciampino. Assistenti Cucchiarini e Vivenzi. I biglietti della partita potranno essere acquistati fino al fischio d'inizio della stessa anche nel botteghino lato Curva Nord. A ieri sera erano stati venduti quasi 8mila tagliandi, che vanno ad aggiungersi ai quasi 3mila abbonati. Inizio alle ore 21,00.

Andrea Sacchini