2°Div/B. L'Aquila espugna 1-0 Vibo Valentia

La divisione abruzzese rimane al secondo posto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1790

2°Div/B. L'Aquila espugna 1-0 Vibo Valentia
VIBO VALENTIA. Con una conclusione dalla distanza di Improta sporcata da Alletto al 32esimo del primo tempo, L'Aquila espugna 1-0 il campo della Vibonese ed ottiene 3 punti importantissimi in ottica classifica.



VIBO VALENTIA. Con una conclusione dalla distanza di Improta sporcata da Alletto al 32esimo del primo tempo, L'Aquila espugna 1-0 il campo della Vibonese ed ottiene 3 punti importantissimi in ottica classifica.
Un successo importante che, con il Perugia ormai in fuga solitaria al primo posto, permette agli aquilani di mantenere 3 lunghezze di vantaggio sulla terza piazza. Seconda posizione che, a fine campionato, vorrebbe dire promozione diretta in prima divisione senza passare per i play-off.
Prestazione discreta degli uomini di Ianni, meno brillanti di altre volte ma comunque capaci di difendere con le unghie e con i denti il gol del vantaggio siglato da Improta. L'Aquila, pericolosa solo con conclusioni dalla lunga distanza, è stata incapace palla al piede di costruire azioni degne di nota, al contrario della Vibonese che probabilmente avrebbe meritato miglior sorte.
Gara tutt'altro che spettacolare, decisa da un episodio e dalla splendida giornata dell'estremo difensore aquilano Testa, autore di alcuni interventi davvero notevoli.
Primo tempo equilibrato con leggero predominio territoriale e di occasioni da gol per gli ospiti. Al minuto 6 tiro cross di Carcione su calcio piazzato con De Filippis abile a liberare l'area. Cinque minuti più tardi prima risposta dei padroni di casa con Corapi che, su calcio di punizione, mette un buon pallone nel mezzo ma nessun compagno ha la prontezza e la cattiveria di spingere in rete.
Al 32esimo, nel momento peggiore della partita in quanto a spettacolarità, L'Aquila passa in vantaggio. Improta dalla distanza trova la deviazione fondamentale di Alletto che sorprende l'estremo difensore della Vibonese.
Reazione dei padroni di casa al 40esimo. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo colpo di testa insidioso nel mucchio di Caridi ma nulla di fatto. Sul capovolgimento di fronte Carcione cincischia al limite e non trova il tempo giusto per servire un compagno liberissimo al centro dell'area.
Nella ripresa al terzo ci prova Carcione dalla lunga distanza, palla a lato. Al quarto d'ora è il turno di Improta che dai 25 metri trova De Filippis pronto alla deviazione.
Al 21esimo per i padroni di casa colpo di testa a botta sicura di Caraccio con sfera di un nulla sul fondo. È il momento migliore per la Vibonese che si spinge in avanti alla ricerca del pari.
Alla mezz'ora breack poco fortunato de L'Aquila con un colpo di testa di Colussi da ottima posizione con palla a lato.
Al 33esimo Testa è semplicemente strepitoso nel dire di no ad una conclusione ravvicinata di Corapi. Cinque minuti dopo ancora il portiere aquilano, decisamente il migliore in campo, si esalta su tiro a botta sicura di Mazzetto a pochi metri dalla porta.
Ultimi minuti in apnea ma nessuna azione degna di nota, con la Vibonese che termina la partita in 10 per l'espulsione di Corapi, uno dei migliori della sua squadra.
A fine partita proteste del pubblico locale e del patron della Vibonese Caffo per la direzione arbitrale di Maresca di Napoli.
Con questo successo L'Aquila è salita a quota 47 in classifica, a meno 5 dal Perugia e soprattutto a 3 lunghezze di vantaggio dalla Vigor Lamezia terza del campionato. Prossimo impegno dei rossoblù domenica 29 gennaio al Fattori contro l'Arzanese, vittoriosa ieri in casa 3-1 sul Giulianova.

TABELLINO

VIBONESE: De Filippis, Alletto, Cosentino, Salvatori, Vitale (25'st Saturno), Caridi, Coco (20'st Bennicasa), Mercuri, Caraccio, Corapi, Mazzetto. A disposizione: Saraò, Cosenza, D'Agostino, Schiavello, Petrucci. Allenatore: Ferrante.
L'AQUILA: Testa, Simoncini, Calvarese, Agnello, Garaffoni, Ruggiero, Improta (41'st Cunzi), Carcione, Giglio (20'st Colussi), Capparella, Piccioni. A disposizione: Modesti, Leone, Perfetti, Battistelli, Pianese. Allenatore: Ianni.
ARBITRO: Maresca della sezione di Napoli. Presenti sugli spalti circa 300 spettatori.

Andrea Sacchini