Serie B. Il Pescara di Zeman prosegue la marcia verso la serie A.

Empoli regolato 2-0 al Castellani

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2480

Serie B. Il Pescara di Zeman prosegue la marcia verso la serie A.
EMPOLI. Il Pescara regola 2-0 in trasferta l'Empoli e prosegue a ritmi sostenuti la propria corsa verso la promozione diretta in serie A.
EMPOLI. Il Pescara regola 2-0 in trasferta l'Empoli e prosegue a ritmi sostenuti la propria corsa verso la promozione diretta in serie A. Entrambe le marcature nella ripresa con Maniero ed Insigne al secondo e settimo minuto.Successo meritato per i valori tecnici espressi in campo, con il pallino del gioco sempre nelle mani degli uomini di Zdenek Zeman. Mai pervenuto l'Empoli, troppo contratto ed incapace di creare seri pericoli alla porta difesa da Anania.Il Pescara vince e convince nonostante le assenze pesanti di Zanon ed Immobile, rimpiazzati egregiamente rispettivamente da Petterini e Maniero. Troppo forte il Pescara per intensità ed efficacia della manovra nonostante l'undici iniziale fosse composto da 4 elementi nuovi rispetto le ultime uscite con Nocerina e Verona. Segno intangibile della bontà del progetto zemaniano che va ben al di là degli uomini a disposizione. Oltre a Zanon e Immobile, out per scelta tecnica Sansovini e Kone che sono stati rimpiazzati rispettivamente da Soddimo e Nielsen. Quest'ultimo, da poco prelevato dalla prima divisione danese ed autore di un grande assist nel secondo gol di Insigne, ha messo in campo buoni numeri e tanta corsa rivelandosi un'ottima alternativa nel mezzo.

In sostanza il solito Pescara di Zeman fatto di rapidi scambi palla a terra e verticalizzazioni ficcanti dei centrocampisti per le punte.

Nel primo tempo buon Pescara per gioco e circolazione della sfera ma poco concreto per il gran numero di occasioni da gol create. Nella ripresa biancazzurri più determinati e cattivi, capaci di bucare Pelagotti per 2 volte. Ultima mezz'ora invece di accademia per gli uomini del tecnico boemo, con l'Empoli che ha addirittura chiuso la partita in 9 per le espulsioni di Gorzegno e Tonelli nel finale.

Riguardo la prestazione dei singoli da rimarcare la prova di Insigne, sicuramente il migliore in campo ed imprendibile sull'esterno, la regia sempre precisa di Verratti e la difesa in blocco che ha rischiato nulla sulle rare iniziative insidiose dell'Empoli.

Buon inizio di gara per gli abruzzesi, vicini al gol già al decimo con una conclusione dalla distanza di poco alta di Insigne. All'undicesimo, dopo una grande azione corale, gol giustamente annullato a Maniero per un tocco di mani. Al quarto d'ora ottimo lavoro di Maniero per la conclusione di Insigne che non inquadra lo specchio della porta. Al 18esimo altro bel duetto Insigne Maniero con palla di ritorno di quest'ultimo al folletto napoletano che prova la conclusione a giro. Palla di poco alta. Al 25esimo colossale palla gol per il Pescara. Conclusione da fuori di Nielsen, respinta corta centrale di Pelagotti ma Maniero da 2 passi a porta spalancata non insacca.

Alla mezz'ora bel cross di Nielsen per la testa di Cascione che solo davanti a Pelagotti schiaccia troppo il tiro di testa e favorisce la respinta della retroguardia di casa. Al 33esimo è la volta di Balzano che da posizione decentrata quasi scheggia la traversa.Al 40esimo, dopo un'insidiosa conclusione da fuori dell'Empoli con Coppola di poco a lato, altra clamorosa palla gol per il Pescara. Maniero trova il corridoio giusto per l'inserimento senza palla di Insigne che a tu per tu col portiere empolese opta per un inspiegabile tocco d'esterno con pallone a lato. Prima del riposo altro tentativo poco fortunato da fuori di Insigne. Nella ripresa pronti via e subito Pescara finalmente e meritatamente in vantaggio. L'azione parte dai piedi di Anania, lancio per la corsa sull'esterno di Insigne che arriva sul fondo e mette in mezzo un pallone che di prima intenzione, di testa, Maniero insacca.Passano cinque minuti ed il Pescara chiude la pratica Empoli. Grande assist nel mezzo di Nielsen per la testa di Insigne, che libero da marcature realizza. Ultima mezz'ora di accademia per i biancazzurri, che riportano in Abruzzo 3 punti di capitale importanza per la classifica.

Con questo successo i biancazzurri restano al terzo posto, a meno uno dalla coppia di testa formata da Torino e Sassuolo e ad una lunghezza dal Verona quarto. Notizie in agrodolce dagli altri campi, con il Torino costretto al pari a Cittadella ed il Sassuolo e Verona vittoriosi rispettivamente con Vicenza e Juve Stabia.Venerdì sera all'Adriatico arriva il Modena. L'obiettivo è quello di continuare la marcia verso la promozione in serie A.

TABELLINO

EMPOLI (4-3-1-2): Pelagotti; Vinci, Tonelli, Stovini, Gorzegno; Gallozzi (17'st Lazzari), Signorelli (11'st Saponara), Coppola (28'st Moro); Brugman; Coralli, Michelidze. A disposizione: Dossena, Ficagna, Regini, Dumitru. Allenatore: Carboni.

PESCARA (4-3-3): Anania; Balzano, Romagnoli, Capuano, Petterini; Nielsen (34'st Kone), Verratti (27'st Togni), Cascione; Soddimo, Insigne, Maniero (44'st Sansovini). A disposizione: Cattenari, Bocchetti, Brosco, Giacomelli. Allenatore: Zeman.

ARBITRO: Giacomelli della sezione di Trieste.

 

Andrea Sacchini