Calcio. Caos iscrizioni: fuori la Valle del Giovenco

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4411




FIRENZE. Alle 19 di ieri negli uffici della Lega a Firenze sono scaduti i termini per l'iscrizione ai prossimi campionati di Prima e Seconda Divisione. Buone notizie da Giulianova, Chieti, Lanciano, Celano e Pro Vasto che hanno presentato tutta la documentazione, mentre le cattive nuove giungono da Avezzano.
La Valle del Giovenco, retrocessa sul campo in seconda divisione ma possibile ripescata per il prossimo torneo, è fuori dal calcio professionistico.
I sentori si erano avuti già negli ultimi mesi quando la dirigenza, dopo iniziali investimenti pesanti, ha lasciato il club al proprio destino alimentando voci e preoccupazioni sul futuro del sodalizio biancoverde.
L'inspiegabile silenzio della proprietà ha portato negli ultimi mesi al mancato rinnovo del permesso di utilizzazione dello stadio Dei Marsi per la prossima stagione ed alla mancata presentazione delle liberatorie di tecnici e calciatori, fondamentali per l'iscrizione. Nei prossimi giorni l'augurio è quello di vedere quanto mai chiarita la situazione inerente la Valle del Giovenco anche perché, in sede, il telefono del club squilla a vuoto.
Il Giulianova intanto, che aspetta buone nuove riguardo la possibilità di essere ripescata in prima divisione, con difficoltà cerca di gettare le basi di un mercato di categoria.
L'augurio del tecnico Bitetto, riconfermato nonostante l'amara retrocessione, è quello di costruire una squadra più esperta, che punti sì sui giovani ma non solo. Nell'ultimo campionato, tra tutti under 25, l'unico che ha alzato l'età media è stato Garaffoni. Troppo poco per un club che inizialmente aveva come obiettivo minimo quello della salvezza.
Nessun problema neanche per il Chieti, che parteciperà di diritto al prossimo torneo di seconda divisione dopo aver vinto a maggio il campionato di serie D. Nelle ultime ore il patron Walter Bellia ha confermato senza remore il tecnico della promozione, Vincenzo Vivarini, entusiasta di tornare a confrontarsi col calcio professionistico dopo la sfortunata parentesi di Pescara.
Nei prossimi giorni il mercato dei neroverdi prenderà quota, fermo restando la volontà della società di confermare i migliori giocatori dell'annata trionfale appena conclusa.
Nel Lanciano intanto, formalizzata l'iscrizione alla prima divisione 2010/2011, i problemi principali riguardano l'allenatore del futuro. In pole position ci sarebbe Pagliari ma il tutto è congelato in attesa della rescissione del contratto di Pagliari. Entro la fine della prossima settimana in ogni caso dovrebbero esserci importanti novità, onde evitare pesanti ripercussioni anche sull'opera di sfoltimento e rinforzamento dell'attuale rosa. Sono andati via Bolic, Oshadogan, Pagliarini, Moi, Sansone e Masini mentre dal Chievo Verona è stato riscattato Di Cecco.
Nei prossimi giorni, sistemata la grana allenatore, il Dt Leone proverà a far tornare in terra frentana il talentuoso Correa, reduce da stagioni piuttosto deludenti.
Tutto ok in seconda divisione anche per Celano e Pro Vasto, vigili sul mercato alla ricerca di giovani di talento da poter valorizzare. Il tecnico dei biancazzurri sarà ancora Modica mentre i vastesi, ancora senza tecnico, nei prossimi giorni ufficializzeranno la propria scelta.

Andrea Sacchini 01/07/2010 8.07