Delfino Pescara. Sale l'attesa per la partita col Verona

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3949


PESCARA. Ormai è certo. In occasione della partita più importante degli ultimi anni, domenica finale play-off col Verona, lo stadio Adriatico sarà esaurito in ogni angolo di posti. Ieri sono stati venduti circa 15.000 biglietti, compresi 1.600 circa acquistati dai sostenitori veronesi. Entro oggi verranno venduti anche gli ultimi tagliandi di Tribuna Maiella, l'unico settore rimasto disponibile dopo che l'intera disponibilità di tagliandi per Curva Nord e distinti è stata polverizzata in 3 giorni.
«A Verona non è successo nulla di particolare» – racconta Maurizio Edmondo a conferma che Pescara-Verona non è soltanto una partita di calcio tra le due squadre – «ma ci hanno creato tanti problemi che hanno reso difficile la nostra trasferta. A Verona è sempre stato così. A Pescara siamo abituati a trattare gli ospiti con cortesia e disponibilità, ma a Verona tutto ciò non è avvenuto».
«Abbiamo trovato parecchie difficoltà» – prosegue Edmondo – «con pass d'ingresso, aree di pre-filtraggio ed altro. Il resto ormai lo conoscete tutti, mi riferisco ai cori terremotati e scafisti...».
Sulla partita di domenica: «faremo di tutto per vincere ho visto la squadra in forma ed abbiamo dimostrato di essere superiori tecnicamente e fisicamente. La serie B non può sfuggirci per il semplice fatto che la meritiamo ampiamente».
Dello stesso tenore il pensiero del patron De Cecco: «sono fiducioso perché anche all'andata abbiamo disputato una buona partita dopo un primo tempo difficile. Certo il rammarico c'è per una vittoria sfumata proprio all'ultimo, ma non credo che il Pescara possa perdere in casa dentro uno stadio caldissimo e stracolmo di nostri tifosi».
«Il Pescara è superiore al Verona» – va avanti De Cecco – «lo ha dimostrato in campo. Il Verona è una buona squadra e quindi la partita non va presa alla leggera. Siamo una squadra che deve sempre giocare, senza gestire e fare calcoli. Abbiamo più volte dimostrato quest'anno di non essere in grado».
Questo pomeriggio intanto classica amichevole infrasettimanale per preparare al meglio la sfida di domenica. Appuntamento alle 16,00 allo stadio Adriatico dove la squadra di Eusebio Di Francesco affronterà gli allievi. Con ogni probabilità il tecnico pescarese scioglierà le ultime riserve circa la sostituzione in mezzo al campo di Tognozzi, appiedato per 5 turni dal giudice sportivo. Al momento appaiono 2 le possibili soluzioni. La prima, più probabile, l'inserimento dall'inizio di Zappacosta al fianco di Coletti. La seconda, decisamente più suggestiva ed offensiva, prevede lo spostamento nel mezzo di Dettori con l'inserimento sulla fascia di uno tra Bonanni e Soddimo. In ogni caso l'attacco sarà a 2, formato da Sansovini e Ganci.

Andrea Sacchini 10/06/2010 11.18