Torna il "Rally di Teramo"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4823




TERAMO. I prossimi 29 e 30 maggio torna il “Rally di Teramo”.
Dopo il salto dell'edizione del 2009 a causa del terremoto, i motori delle auto torneranno a rombare in un evento che si preannuncia già imperdibile: tutto avrà inizio la mattina di sabato 29 maggio, quando tutte le auto ed i piloti partecipanti arriveranno al Centro Commerciale Gran Sasso per le verifiche di rito, che verranno effettuate nel piazzale esterno del Centro.
Nel pomeriggio prenderà il via la gara vera e propria da Notaresco per poi giungere a Teramo, attraversando i paesi di Canzano, Castellalto e Poggio Cono, fino ad arrivare al PalaScapriano.
La grande novità di questa edizione è la “prova spettacolo” che si svolgerà sulla strada che dal palazzetto arriva fino a Villa Viola, 3km di velocità pura, sterzate e derapate a cui il pubblico potrà assistere e dove potrà tifare per i propri beniamini.
La “prova spettacolo” è un evento unico sul panorama nazionale proprio perché si tratta di una prova cronometrata all'interno di una città.
Piloti ed auto si trasferiranno poi a piazza Martiri, dove i bolidi verranno “parcheggiati” per tutta la notte in attesa dell'intensa giornata dell'indomani: domenica 30 maggio, infatti, (mettete la sveglia alle ore 9.00) i motori torneranno ad accendersi e, attraverso dei trasferimenti da fare seguendo il codice della strada, i protagonisti si sfideranno nei tratti cronometrati di “Roiano” e “Valle San Giovanni” e in una nuova sfida nella prova spettacolo di “Scapriano”.
Poi effettueranno una sosta obbligatoria di 20minuti presso i box (aperti al pubblico) che verranno allestiti nella zona della Gammarana.
Verranno effettuate altre 4 sfide cronometrate nelle prove di “Roiano” e “Valle San Giovanni” per aggiudicarsi il primo posto assoluto e delle singole categorie.
Poi tutta a piazza Martiri per le premiazioni e foto di rito.
Insomma si prospetta davvero un ritorno in pompa magna per il “Rally di Teramo”, competizione che sarà valida per la Coppa Italia settima zona (l'Italia è divisa idealmente in sette zone, l'Abruzzo è inserito in quella che arriva fino alla Calabria, Lazio compreso) e i cui vincitori competeranno poi, a livello nazionale, con i vincenti di ciascuna zona del nostro paese.
Insomma non solo spettacolo, ma gare vere e proprie che garantiranno il massimo impegno dei piloti ed il divertimento di tutto il pubblico.
L'evento è stato patrocinato dall'amministrazione provinciale e da quella comunale.

08/04/2010 9.51

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK